Molto dolce, poco virile: negli uomini, lo zucchero abbassa il livello di testosterone

Molto dolce, poco virile: negli uomini, lo zucchero abbassa il livello di testosterone

Assumere zucchero può far scendere il livello di testosterone (l’ormone “del sesso”).

Questo è quanto afferma una ricerca del Massachusetts General Hospital di Boston, poi presentata al Endocrine Society’s 91st Annual Meeting a Washington DC che si è tenuto dal 10
al 13 giugno 2009.

I medici hanno lavorato con 74 volontari, con diverse condizioni di salute: 42 di questi avevano normali livelli di zuccheri nel sangue, mentre 23 con livelli ridotti e una condizione di
pre-diabete e 9 con una diagnosi di diabete di tipo 2.

Ad ogni volontario è stata somministrata una bevanda con una soluzione salina contente 75 g di zucchero puro: ciò ha provocato un innalzamento rapido degli zuccheri nel sangue.

Le successive analisi sui campioni di sangue hanno evidenziato come, indipendentemente dal fatto che gli uomini fossero diabetici o meno, i livelli di testosterone fossero scesi del 25%.

Inoltre, una parte (15%) dei 66 soggetti con livelli normali di testosterone prima dell’assunzione del drink iper-zuccherato, dopo oltre due ore continuavano a mostrare ipogonadismo (una
produzione insufficiente di ormoni da parte delle ghiandole sessuali, le gonadi).

Per i ricercatori, I ricercatori hanno inoltre notato che i cambiamenti dei livelli di insulina non sembrano influenzare i risultati né i livelli di altri ormoni ma che, per poter
misurare gli effettivi livelli di testosterone nel sangue, sia necessario eseguire gli esami a digiuno.

Matteo Clerici

Leggi Anche
Scrivi un commento