Montana Alimentari, società del Gruppo Cremonini, ha festeggiato oggi i 55 anni dello storico marchio con la presentazione presso la fiera CIBUS del libro del giornalista Giuseppe Romano
Mezzogiorno di Cuoco – Montana, storia esemplare di un marchio italiano.

Un compleanno da festeggiare, quello di Montana, uno dei brand più longevi dell’alimentare italiano e di proprietà del Gruppo Cremonini dal 1991. Registrato nel 1953, in 55 anni
di vita ha segnato e sottolineato nuove abitudini di consumo. Così Cremonini ha deciso di celebrare l’anniversario con un percorso presentato oggi presso lo stand (stand A004 pad. 5) del
gruppo alla fiera CIBUS di Parma.

Montana, con i famosi spot del Gringo per il mitico Carosello televisivo, ha contribuito alla storia della comunicazione in Italia, oltre che ad aver segnato varie tappe evolutive nei
gusti e nei consumi. La storia di Montana è raccontata, con dovizia di immagini e aneddoti, nel libro Mezzogiorno di Cuoco del giornalista Giuseppe Romano, e sarà
successivamente ripresa in una mostra che ripercorrerà le storiche campagne del Gringo, ma anche le più recenti evoluzioni di un brand che, nato essenzialmente con la carne in
scatola, si è allargato oggi a tutta la gamma dei prodotti retail del Gruppo Cremonini.

Montana Alimentari S.p.A., società del Gruppo Cremonini, è tra i leader nel settore della produzione, commercializzazione e distribuzione di salumi, snack e
gastronomia pronta, con oltre 230 prodotti. Montana Alimentari è oggi il secondo operatore nel mercato delle carni in scatola in Italia, con una quota di oltre il 21%. La società
nel 2007 ha realizzato ricavi per 195,2 milioni di Euro in crescita del 16,0% rispetto al 2006.

Giuseppe Romano, 49 anni, giornalista palermitano, vive e lavora a Milano da molti anni. Attualmente è caporedattore del settimanale Il Domenicale, dopo essere stato a
lungo vicedirettore delle Edizioni Ares. È docente di Media e multimedialità nel corso di laurea specialistica in Teorie e tecniche della comunicazione mediale
nell’Università Cattolica del Sacro Cuore (Milano). Nel 2002/2003 è stato docente nel «Corso sulla convergenza multimediale» che il gruppo Il Sole 24 Ore ha rivolto ai
propri giornalisti (carta stampata, radio, tv). Collabora con Diva & donna e Avvenire. Scrive di cultura, attualità, socetà: best seller, tendenze, internet e risvolti umani
delle nuove tecnologie, videogame. È autore di libri di attualità culturale, apparsi presso Mondadori, Rizzoli, San Paolo, Raffaello Cortina e Ares. L’ultimo, per Edizioni Lavoro
nel 2004, è stato La città che non c’è (L’internet frontiera di uomini). Ha pubblicato insieme a Susanna Tamaro Verso casa (Rizzoli, novembre 2000).