Morti bianche: “quattro ore di sciopero per il diritto alla sicurezza”

«Nello stesso giorno in cui il presidente della repubblica Giorgio Napolitano ha firmato il testo unico sulla sicurezza sul lavoro, altre tre morti bianche, ripropongono drammaticamente
la questione della sicurezza sui luoghi di lavoro» è quanto ha dichiarato il ha dichiarato segretario nazionale Uila-Uil, Tiziana Bocchi in merito ai gravi incidenti sul lavoro
verificatisi ieri presso lo zuccherificio Sfir di Pontelagoscuro, in un deposito di un industria conserviera in Campania e in un cantiere edile in provincia di Varese.

«A nome di tutta la Uila esprimo il mio più sentito cordoglio alle famiglie delle vittime» ha aggiunto Bocchi, «unitamente a Fai-Cisl e Flai Cgil abbiamo indetto uno
sciopero di 4 ore in tutto il comparto saccarifero per sostenere il diritto alla sicurezza perché è inconcepibile perdere la vita mentre si svolge il proprio lavoro».

«La sicurezza sul lavoro – ha concluso Bocchi – è un diritto, al pari del lavoro stesso, che non deve essere considerato un costo ma un opportunità di crescita».

Related Posts
Leave a reply