Moscato di Siracusa Fausta Mansio – Olaf Consiglio a Cibus 2014

PARMA, 5 maggio 2014 – Intervista di Giuseppe Danielli, Direttore Newsfood.comL’Azienda Agricola Fausta Mansio si trova in una delle più belle valli del siracusano, la Val d’Anapo, a circa 50 metri sul livello del mare, zona particolarmente vocata per la viticoltura di qualità. La proprietà si estende per 15 ettari, di cui 7 ha. impiantati a vigneto nel 1999 e 5 ha. ad uliveto nel 1995, il tutto coltivato rigorosamente in regime biologico, per preservare al massimo la naturalità e l’integrità del nostro territorio. L’ubicazione dei propri vigneti su terreni dolcemente collinari permette alle brezze marine di raggiungere i grappoli e conferir loro quella particolare sapidità che distingue dagli altri il Moscato di Siracusa.

Il Moscato di Siracusa è uno dei vini più antichi del mondo. Conosciuto già presso l’antica Roma con il nome di “Pollio”, questo vino fu importato nella Sicilia Orientale in tempi ancora più remoti dagli antichi Greci.

Nel 1973 fu uno dei primi vini siciliani ad ottenere la D.O.C.
Negli stessi anni però a causa di una forte crisi economica che incombeva sulla zona e di una conseguente reale incapacità produttiva da parte delle aziende del settore, queste ultime si videro costrette ad estirpare quasi totalmente i vigneti esistenti per sostituirli con nuovi impianti di agrumeti ritenuti al tempo più redditizi.

Prevedendo la normativa, la perdita della DOC in mancanza di produzioni per un periodo di oltre 40 anni, a metà degli anni 90 la nostra azienda decide di impiantare il vigneto autoctono al fine di recuperare una delle più significative tradizioni della nostra provincia.

Moscato di Siracusa

Il terreno su cui sorge il vigneto è di natura prettamente argillosa; ciò ha permesso un perfetto adattamento della pianta, riuscendo così ad ottenere un’alta qualità delle uve.
Si aggiunga a questo una condizione climatica estremamente favorevole con temperature medie estive intorno ai 35° C, che consentono una raccolta verso la fine del mese di agosto di uve che raggiungono i 28/30° zuccherini.
Il mosto dalle uve ottenuto viene fatto fermentare ad una temperatura di 17° C. Il vino viene poi riposto a maturare in silos d’acciaio per un periodo di 12 mesi e successivamente affinato in bottiglia per un ulteriore periodo di 12 mesi.
Tutto ciò consente di ottenere un’elevata gradazione alcolica del vino ed un’alta acidità totale, caratteristiche essenziali che donano un’inconfondibile amabilità alla dolcezza finale del Moscato di Siracusa.
Denominazione del vino: Moscato di Siracusa
Varietà: Moscato bianco da agricoltura biologica
Classificazione del vino: DOC di Siracusa
Comune di produzione: Siracusa
Tipologia del terreno: Argilla
Anno d’impianto del vigneto: 1999
Resa per pianta: 0,700 kg
Altimetria del vigneto: 50 mt
Sistema di allevamento: alberello
Densità d’impianto: 3500 piante per ettaro
Epoca di vendemmia: 25 agosto – 10 settembre
Vinificazione: silos acciaio e affinamento in bottiglia 1 anno
Temperatura di fermentazione: 19° C
Caratteristiche Organolettiche Colore: giallo ambrato
Profumo: zagara, albicocca, confettura
Gradazione Alcolica: 16 %
Temperatura di servizio: 16° C
Abbinamento gastronomico: pasticceria secca, formaggi stagionati con confettura.

Az. Agr Fausta Mansio
di Olaf Consiglio
Via Nausicaa 10
96100 SIRACUSA
Tel/Fax 0931.744508
Cell. 39276567743
E-mail [email protected]
www.faustamansio.com

 

Redazione Newsfood.com

Related Posts
Leave a reply