Nasce il primo dolce al radicchio rosso Igp

Nasce il primo dolce al radicchio rosso Igp

Treviso – Ci sono voluti tre anni, ma alla fine i 10 pasticceri sono riusciti a creare ‘Segno’, il dolce al radicchio rosso di Treviso Igp che verrà ‘battezzato’ il 12 ottobre nella
sede di Confartigianato Marca Trevigiana dal ministro delle Politiche Agricole Luca Zaia.   

Il dolce è nato appunto dalla collaborazione tra 10 maestri pasticceri, Provincia di Treviso e Consorzio tutela Radicchio Rosso di Treviso e Variegato di Castelfranco. Un dolce che,
partendo dai 3 impasti base della classica pasticceria italiana (pan di spagna, pasta sfoglia e pasta frolla) ha rielaborato una nuova ricetta funzionale all’utilizzo di una composta di radicchio
rosso di Treviso quale farcitura.

La sperimentazione ha portato a coniugare un prodotto tendenzialmente amaro con gli altri ingredienti alla base dell’impasto, mandorle e miele, per rimandare al palato del degustatore il sapore
del radicchio reinventato. Ha una conservabilità di un mese del prodotto senza ricorrere all’aggiunta di additivi, coloranti o conservanti di origine chimica. I pasticceri hanno rispettato
scrupolosamente un disciplinare di produzione che garantisce: il rispetto della tipologia, il metodo di produzione e il dosaggio degli ingredienti, tutti provenienti dal veneto.  

Il dolce è un esempio di marketing territoriale dell’ artigianato agroalimentare, un settore che coinvolge in provincia oltre 1.200 imprese sulle oltre 80 mila in Italia, con più di
240 mila addetti. Le pasticcerie e i panifici sono circa 45 mila e danno lavoro a oltre 165 mila addetti. Rappresentano l’88% delle imprese del settore dolciario.

Ansa.it per NEWSFOOD.com

Leggi Anche
Scrivi un commento