Nasce la prima comunità del cibo a energia rinnovabile e pulita

É stato presentato sabato, nell’ambito della manifestazione fiorentina Terra Futura, il Distretto delle energie rinnovabili e alternative della Toscana, uno dei primi poli
tecnologici e di ricerca in Italia, promosso da Regione Toscana insieme a nove piccoli Comuni tra le provincie di Siena, Pisa e Grosseto.

Il progetto è frutto di un’intesa tra Slow Food Toscana, Fondazione Slow Food per la Biodiversità Onlus e Co.Svi.G (il Consorzio che unisce i Comuni dell’area
interessata). Questo comprensorio, che interessa una popolazione di circa 20 000 abitanti, diventerà la prima comunità del cibo a energia rinnovabile e pulita del mondo, entrando
così a far parte della rete toscana di Terra Madre e quindi del più ampio circuito internazionale di comunità del cibo.

La nascita del distretto permetterà di realizzare, attraverso finanziamenti, sistemi innovativi di utilizzo di energia pulita e rinnovabile nell’allevamento, la coltivazione di
ortaggi ed erbe officinali, la produzione di formaggi e salumi. Tutto questo all’interno di un sistema di produzione agroalimentrare che già si distingue per la qualità e la
sostenibilità delle produzioni agro-alimentari.

Alla presentazione è intervenuto, tra gli altri, Piero Sardo, presidente della Fondazione Slow Food per la Biodiversità Onlus: «Il protocollo firmato oggi con il Co.Svi.G
rappresenta l’applicazione pratica dei principi del “buono, pulito e giusto” in campo agricolo. Slow Food e la Fondazione per la Biodiversità si impegnano a promuovere
l’esempio del distretto toscano tra le altre comunità del cibo del mondo affinché queste possano replicarlo nelle loro realtà».

«Con la creazione del distretto – afferma Giovanna Licheri, presidente di Slow Food Toscana – le condotte Slow Food del territorio potranno coniugare le loro attività
di promozione delle piccole produzioni eccellenti che rischiano di scomparire, la valorizzazione dei territori, il recupero di mestieri e tecniche di lavorazione tradizionali con
l’innovazione tecnologica nel settore delle energie pulite e rinnovabili».

www.slowfood.it

Related Posts
Leave a reply