Nizza: la festa di Rossopomodoro per il cambio menù

Nizza: la festa di Rossopomodoro per il cambio menù

Appuntamento il 21 gennaio a Nizza

Da Rossopomodoro per il cambio menù

La scienza medica non si è ancora pronunciata ma dalla testimonianza di alcuni commensali che  soffrono di diabete sembra che consumare i piatti realizzati dai cuochi di “Rossopomodoro”, proprio per la genuinità e la qualità dei prodotti impiegati, riduca la glicemia del sangue. E’ una scoperta interessante che merita una conferma.
Forse è anche per questo che i clienti di questa importante catena alimentare, che tiene alto anche a livello internazionale il prestigio del Made Italy, sono sempre più numerosi.
Intanto a Nizza, unica sede in Francia tra i locali con l’insegna del marchio del “Pomodoro Sammarzano”, per mercoledì 21 gennaio è stato lanciato un invito a tutti di raggiungere Cours Salleya, dove da un anno ha aperto i battenti, in occasione del cambiamento stagionale della lista (viene variata quattro volte l’anno), per assaporare uno dei piatti di spaghetti che va per la maggiore.

“Essere presenti nel cuore della ristorazione azzurra -ci ha detto Massimo Giornelli, uno dei soci e dirigenti di Rossopomodoro- per noi è un motivo di orgoglio. Partiti da zero già da ora si può tirare un bilancio che ci permette, non dimentichiamoci che i francesi sono molto attaccati alla propria cucina, di guardare al futuro con serenità. L’appuntamento di mercoledì è una porta aperta. Ci riempie di soddisfazione quando vediamo delle facce sorridenti che escono dal nostro ristorante per la bella serata trascorsa vicino al forno a legna con la cupola d’oro che poi è anche una caratteristica dei locali del gruppo.
Non voglio anticipare nulla sul 21.  Sarà una sorpresa anche per i più scettici. Io da  umbro che amo oltre alla raffinatezza e il gusto del buono e sano mangiare, sono anche legato alle tradizioni folcloristiche della mia regione, famosa per i suoi gruppi di sbandieratori, che fanno da cornice ai Corsi Mascherati di Nizza e altrove. Non è detto che non riesca, in seguito, a farne venire qualcuno per testimoniare l’unione della regione cuore d’Italia con quello di Napoli, motore di Rossopomodoro”.
Per inciso ci piace ricordare che, Giornelli in testa, i cuochi e il personale di servizio del ristorante di Nizza si esercitano nel Rugby,  forse in attesa di……misurarsi con i maestri francesi.

Bruno Breschi
Corrispondente Newsfood.com
dalla Costa azzurra

Nella foto: Massimo Giornelli

Related Posts
Comments ( 4 )
  1. Laura Albanese
    17 Gennaio 2015 at 1:49 pm

    Confermo che la pizza é OTTIMA ! grazie di essere a Nizza…

  2. salvatore
    18 Gennaio 2015 at 10:44 am

    vorrei incontrare il Sig. Massimo Giornelli è possibile
    Grazie

    Salvatore

  3. Giuseppe Danielli
    18 Gennaio 2015 at 5:16 pm

    Crediamo che non sia difficile:

    Cours Saleya 26 Nizza
    +33 4 93800299

  4. Nicola Ziella
    29 Luglio 2016 at 9:41 am

    Vorrei avere se possibile l’indirizzo e-mail del Signor Massimo Giornelli

Leave a reply