Nuovo investimento per oltre 2,3 milioni di euro nel Vercellese

Vercelli – Supera i 2,3 milioni di euro l’investimento che l’Assessorato ai Lavori Pubblici della Provincia di Vercelli ha predisposto per nuovi segmenti atti a migliorare la
viabilità sul territorio vercellese e Valsesiano. Gli interventi sono stati approvati nel corso dei lavori di Giunta di venerdì 7 marzo.

Nel corso della riunione è stato approvato il progetto definitivo di sistemazione dell’innesto con la viabilità comunale di Crescentino sulla Strada Provinciale 31 bis «Del
Monferrato». I lavori di realizzazione, che avranno un costo di 335mila euro, sono previsti per l’autunno del 2008 con ultimazione nella primavera del 2009.

Con 970mila euro invece si provvederà ad effettuare lavori di miglioramento della sicurezza della circolazione con interventi in diversi comuni della Bassa Valsesia attraversati dalla
Strada Provinciale 299 «di Alagna». Altri 980mila euro verranno impiegati sempre sulla 299 di Alagna ma nei comuni dell’Alta Valsesia. Va sottolineato che la suddivisione delle
aree, come in questo caso di Alta e Bassa, pur trattandosi della medesima strada provinciale, è dettata dalla morfologia del territorio. In zona Alta Valsesia, prettamente montana, si
rendono necessarie opere come i muri di sostegno, la protezione dei versanti e la posa dei cordoli. In zona Bassa Valsesia, prevalentemente pianeggiante, gli interventi riguardano in larga
misura la manutenzione straordinaria.

In fine l’Assessorato ai Lavori Pubblici parteciperà, con un contributo di 20mila euro, alla realizzazione di una rotatoria all’interno del comune di Ronsecco.
«Siamo coerenti con i nostri impegni – spiega l’Assessore ai Lavori Pubblici Francesco Zanotti – vivendo nella quotidianità la logica di potenziare la viabilità, sia
attraverso programmi di riqualificazione e di manutenzione della rete viaria esistente, che attraverso la realizzazione di nuove infrastrutture. Pertanto, stiamo portando avanti un programma di
interventi che, tassello dopo tassello, sappia dare risposte serie ed articolate alle esigenze territoriali. Tutte egualmente bisognose di attenzione e poste su un piano di pari dignità.
Da ciò consegue la scelta di un impegno consistente e continuo sul piano degli investimenti».

Leggi Anche
Scrivi un commento