Ocse: in Italia servono più tutele per i disoccupati

Giovedì l’Ocse ha diffuso i risultati del rapporto ‘Sussidi e Salari 2007’, che analizza il sistema del welfare e delle tutele per i lavoratori e le popolazioni del 29 Paesi che la
compongono e l’Ocse ha sottolineato che in Italia è necessario elevare i sussidi per i disoccupati di lungo termine, che attualmente “sono molto bassi o inesistenti”.

I dati che emergono dal rapporto, in particolare, non sono incoraggianti: l’Italia si colloca all’ultimo posto per i sussidi riservati ai disoccupati, che includono, oltre all’assegno per la
disoccupazione, anche le eventuali agevolazioni per i carichi di famiglia e l’assistenza.
Ancora una volta, dunque, emerge come il belpaese sia caratterizzato da un insieme di tutele insufficiente e, in questo caso, l’Italia è preceduta anche da Grecia e Turchia: da noi,
infatti, il tasso di sostituzione è inferiore al 10% rispetto al salario medio (mentre per Gli Stati Uniti, che pure si trovano al quart’ultimo posto della classifica, i benefici
arrivano al 30%).
La situazione, poi, peggiora se si guardano alle differenze tra l’Italia e i Paesi dell’Europa del Nord, per cui la differenza si fa abissale: il tasso, infatti, arriva all’80%.

Related Posts
Leave a reply