Oligoterapia: Efficace per prevenire e curare i malanni di stagione in modo naturale

Oligoterapia: Efficace per prevenire e curare i malanni di stagione in modo naturale

Milano – Le virtù e le potenzialità dell’Oligoterapia stanno conoscendo un sempre crescente successo: basata sulla somministrazione di quantità minime di oligoelementi già naturalmente presenti nel nostro corpo, l’Oligoterapia si rivela efficace per ritrovare l’equilibrio tipico di un organismo in salute e può aiutare a ritrovare il benessere in poche, semplici mosse.

Dato che la stagione più fredda è alle porte, potrà rivelarsi utile sapere che questo tipo di terapia naturale e non invasiva si rivela efficace anche nella cura di raffreddore, mal di gola, tosse e per tutta quella serie di fastidiosi malanni che da sempre caratterizzano l’arrivo dell’autunno e della stagione invernale.

La dottoressa Caterina Origlia, Medico Specialista in Medicina Interna ed esperta di Oligoterapia spiega a Newsfood come vivere un inverno al top, senza trascorrerlo in compagnia di raffreddori, sindromi influenzali, plaid e termometro.

Dottoressa Origlia, l’Oligoterapia può rivelarsi utile anche in fase di prevenzione?

“Certamente. Di solito questa medicina così poco invasiva è utile sia nella fase di prevenzione sia nelle fasi acute, anche come “sostegno e complemento” della più tradizionale terapia farmacologica” afferma la dottoressa Origlia parlando dell’oligoterapia, che può rivelarsi davvero un valido e prezioso aiuto, soprattutto per chi non desidera assumere troppi medicinali con il rischio di indebolire l’organismo, ma crede fermamente nell’importanza di una corretta prevenzione.

Esistono elementi più efficaci di altri, vero?

“Naturalmente, esistono degli elementi indicati più di altri per i casi delle cosiddette “malattie da raffreddamento”: il Rame, ad esempio, risulta assai impiegato da solo o nei suoi composti Manganese-Rame e Rame-Oro-Argento per rinforzare le difese immunitarie. Questi complessi sono da tempo utilizzati con successo e hanno dimostrato di essere in grado di riattivare rapidamente le funzionalità legate all’apparato respiratorio. Tuttavia non è il caso di aspettare l’arrivo del temuto mal di gola o del fastidioso raffreddore: suggerisco sempre ai miei pazienti di “prevenire”. Una corretta prevenzione riduce la fragilità dell’organismo rendendo migliore la risposta clinica che, in Medicina Integrata, è anche in relazione con la reattività del soggetto: ad esempio, in una tonsillite un soggetto con buona reattività può guarire anche solo grazie all’uso degli oligoelementi”. Rame, Manganese-Rame e Rame-Oro-Argento si ritrovano unicamente allo stato ionico, l’unica forma biodisponibile ed assimilabile dal nostro organismo, nei preparati della gamma Oligosol Labcatal, gli oligoelementi più venduti in Europa. Gli Oligosol Labcatal sono opportunamente 2 formulati in microdosi ponderali per poter attivare, quali cofattori, tutte le reazioni di catalisi enzimatica che intervengono nei processi di guarigione delle patologie respiratorie. Entrando nell’ambito della prevenzione, va ricordato che sarebbe opportuno iniziare due o tre mesi prima del periodo in cui si presuppone di dover fare i conti con raffreddore & co: fine settembre, ottobre o novembre sono i mesi più indicati, a seconda dei fattori climatici.

Se invece non si è fatta alcuna prevenzione, quindi, si rischia sempre di andare incontro a manifestazioni più acute?

“Indubbiamente la prevenzione aiuta: non elimina del tutto il problema, nel senso che è sempre possibile ammalarsi (nessuna cura preventiva può fare miracoli), ma certamente l’intensità delle manifestazioni sarà più lieve e la risposta dell’organismo a qualsiasi terapia in corso sarà nettamente più valida. L’intervento oligoterapico è comunque adeguato anche nel caso di mancata profilassi: si possono utilizzare i composti Manganese-Rame e Rame-Oro-Argento come terapia di base a un dosaggio maggiore. La scelta è sempre correlata al “terreno” del soggetto e alla gravità della situazione. Se le difese dell’organismo sono più robuste o la forma più leggera, è possibile utilizzare Manganese-Rame assumendo una fiala per via sublinguale a giorni alterni. Se il paziente risulta invece più debole, è meglio optare per il composto Rame-Oro-Argento una dose nella medesima modalità. A questi rimedi si può associare, nella fase acuta, il Rame: un’ulteriore somministrazione di Rame rafforza questi complessi diatesici che lavorano sulla reattività. È consigliabile somministrare una fiala due o tre volte al giorno” prosegue la dottoressa Origlia. Il Rame risulta un formidabile alleato della Salute, soprattutto nella stagione invernale, sia da solo sia “in compagnia”, come conferma Caterina Origlia: “Il Rame è un rimedio dall’azione mirata e dalle caratteristiche uniche perché in grado di svolgere diverse azioni: antinfettiva, antinfiammatoria, depurativa… È in grado di stimolare il sistema immunitario, oltre a favorire l’attività della vitamina C e la produzione di anticorpi. Tutte le patologie stagionali ne beneficiano: mi sento quindi di consigliarne l’impiego, a tutti i livelli (sia preventivo, sia curativo e sia di supporto a una terapia tradizionale) e per tutti i malanni che caratterizzano la stagione più fredda”.

Informazioni su IMO – DA 65 ANNI L’OMEOPATIA IN ITALIA

IMO (Istituto di Medicina Omeopatica) nasce nel 1947 su iniziativa di un gruppo di medici omeopati italiani. L’obiettivo era quello di favorire la divulgazione e lo sviluppo di una pratica medica alternativa, sull’esempio dei successi registrati dall’omeopatia in Paesi stranieri, come Francia, Germania e Inghilterra, con una tradizione omeopatica più antica e sviluppata, mettendo a disposizione della classe medica i rimedi da tempo usati con successo in tali Paesi esteri.

IMO, che compie 65 anni quest’anno, può a buon titolo attribuirsi il merito di aver favorito la diffusione dell’omeopatia nel nostro Paese, attraverso una lunga storia di attività e impegno costanti. Per molti anni IMO ha rappresentato l’unica realtà in Italia in grado di fornire a medici e farmacisti una soluzione terapeutica, e non solo, alle molteplici necessità della medicina omeopatica. Attualmente continua a ricoprire la parte di primo attore protagonista sulla scena del mercato omeopatico italiano.

Dal punto di vista scientifico, l’esperienza maturata in tanti anni di attività alla ricerca di prodotti affidabili e all’avanguardia ha consentito alla IMO di acquisire un notevole know-how nello sviluppo delle tecniche di produzione e di controllo qualità, divenendo un punto di riferimento insostituibile per medici, farmacisti e pazienti.

www.omeoimo.it

Redazione Newsfood.com

Leggi Anche
Commento ( 1 )
  1. cecilia
    8 Ottobre 2014 at 10:36 am

    Oltre all’oligoterapia io ho trovato molto utile l’analisi metabolomica basata sul test di numex…in pratica ti calcolano le carenze nutrizionali tramite un test basato sulle nostre abitudini alimentari e di vita e da questo sanno esattamente dove reintegrare gli elementi necessari per la tua nutrizione, io l’ho scoperto da poco e mi ha davvero affascinato, sto provando la cura da tre mesi e mi sta aiutando molto. Ve la segnalo! Anche come monito ad informarsi sempre anche sulle nuove pratiche mediche e medicine alternative.

Scrivi un commento