Olio fuorilegge in un contenitore su quattro

Olio fuorilegge in un contenitore su quattro

Attenti ai furbetti dell’oliera. Al ristorante, è fuorilegge 1 contenitore su 4, circa il 22%.

In occasione della Giornata nazionale dell’extravergine italiano, Coldiretti arriva al Villaggio contadino, al Circo Massimo di Roma e rilegge i dati Ixè sul fenomeno.

Come ricorda l’associazione la legge prevede anche sanzioni per i locali senza oliere antirabbocco: da 1000 ad 8000 Euro, fino alla confisca del prodotto. Più di tutto, il provvedimento è “Una tutela per produttori, consumatori e anche per i ristoratori rispetto dalla concorrenza sleale di chi spaccia come extravergine italiano un prodotto importato di bassa qualità”.

Con la crisi, infatti, non è raro che ristoratori “furbetti” preferiscano oli stranieri, di minore qualità, spacciati come olio extravergine (vendibile a prezzo maggiore).

Tra le truffe più comuni, anche il confezionamento di olio di semi (venduto come olio d’oliva) e gli inganni in etichetta, possibili tanto al supermercato quanto nei ristoranti.

A peggiorare la situazione, il caso della Spagna: i buoni numeri della produzione attuale rendono più facile (e conveniente) spacciare olio straniero come italiano. Parziale consolazione, la classifica dei Paesi consumatori. Al primo posto, la Grecia (16,3 chili a persona), seguita dalla Spagna (10,4 chili) e l’Italia (9,2 chili).

In ogni caso, il consumatore deve imparare a difendersi.

Il primo passo, imparare a leggere l’etichetta. Nel caso contenga miscele da olive straniere, devono infatti riportare “ miscele di oli di oliva comunitari”, “miscele di oli di oliva non comunitari” o “miscele di oli di oliva comunitari e non comunitari”. Spesso, la scritta è riportata in caratteri piccoli, dietro la confezione: è perciò necessario fare attenzione.

Inoltre, è bene acquistare in luoghi sicuri: nei frantoio e nei mercati di Campagna Amica, dove è possibile assaggiare l’olio EVO prima di comprarlo e riconoscerne le caratteristiche positive.

Matteo Clerici

Related Posts
Leave a reply