Dopo la fiducia alla Camera e quella del Senato, il testo della Finanziaria è ritornato alla Camera ed i lavori continuano.

La Commissione di Bilancio ha esaminato il testo che è passato in Senato venerdì e ha respinto i 200 emendamenti presentati dall’opposizione, lasciando invariato il testo del
maxiemendamento.

Ora tocca a Montecitorio, dove sembra sicuro il voto di fiducia definitivo prima di Natale.

Nel frattempo l’Unione Europea si è espressa favorevolmente sulla Finanziaria di Prodi, che dovrebbe riportare il deficit sotto il 3% del PIL entro il 2007, ma pone l’accento
sull’importanza della riforma delle pensioni, che è “cruciale per limitare l’aumento della spesa pubblica”.

Disegno di legge n. 1746/bis trasmesso dal Presidente del Senato della Repubblica il 17/12/2006
Scarica il documento completo in formato .Pdf