Padoa-Schioppa: «Alitalia rischia colpo mortale da sfruttamento elettorale»

Oggi l'incontro decisivo tra Air France e sindacati.

Il ministro: «Nessun prestito ponte al di fuori del negoziato in corso»

post 1207094400 border 1505952000

Nel giorno dell’incontro decisivo tra Air France e i sindacati per la trattativa Alitalia, il ministro dell’Economia Tommaso Padoa-Schioppa è intervento davanti alle commissioni riunite
Bilancio, Trasporti e Attività Produttive della Camera sulla crisi della compagnia aerea.

Il ministro ha ribadito che la cessione è un passaggio «ineludibile» per la necessaria ristrutturazione della compagnia e che se la trattativa con Air France non andasse in
porto l’ipotesi più plausibile sarebbe il ricorso alla legge Marzano, che prevede il commissariamento. «Sarebbe un ben amaro destino – ha dichiarato Padoa-Schioppa – se una
compagnia, portata allo stremo da anni di rapporto perverso con la politica, ricevesse il colpo mortale da uno sfruttamento elettoralistico dei suoi mali o da una mancata intesa
sindacale».

Il ministro ha spiegato che «In nessuna privatizzazione effettuata dallo Stato italiano è accaduto che fossero riuniti tali e tanti elementi di difficoltà» e che un
prestito ponte da parte del governo italiano non sarebbe praticabile al di fuori di una conclusione positiva del negoziato in corso.

Tagged

Nessun commento

    Nessun commento!

    Non ci sono ancora commenti, ma puoi essere il primo a commentare questo articolo.

    Rispondi

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *

    Padoa-Schioppa: «Alitalia rischia colpo mortale da sfruttamento elettorale»

    Servizio di Simona Buonomano.

    Oggi l'incontro decisivo tra Air France e sindacati. Il ministro: «Nessun prestito ponte al di fuori del negoziato in corso»

    post 1207094400 border 1505952000

    Tagged
    Categorie

    Nessun commento

      Nessun commento!

      Non ci sono ancora commenti, ma puoi essere il primo a commentare questo articolo.

      Rispondi

      Leave a Reply

      Your email address will not be published. Required fields are marked *