Con nota 6585 del 28 novembre 2006, il Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale si è espresso in materia di controllo a distanza, rispondendo all’interpello del Sindacato
dell’Industria Farmaceutica, che ha chiesto chiarimenti in merito all’utilizzo di computer palmari in dotazione agli Informatori Scientifici del Farmaco.

Tali strumenti, infatti, vengono di norma utilizzati per raccogliere e trasmettere alla sede le informazioni raccolte presso le strutture sanitarie, ma, se muniti di un’apposita sim card,
possono consentire di verificare gli spostamenti compiuti materialmente dai lavoratori.

Il Ministero ha fatto presente che tale tipo di utilizzo dell’apparecchio è riconducibile al controllo a distanza dell’operatore, che è sanzionato dall’art. 38 della legge n.
300/1970, richiamato dall’art. 171 D.Lgs. n. 196/2003.

Pertanto l’utilizzo in tal senso del dispositivo richiede la preventiva sottoscrizione di un apposito accordo con le organizzazioni sindacali o il provvedimento autorizzativo da parte della
Direzione provinciale del lavoro competente, che disciplini le modalità dello stesso.

Ministero del Lavoro e della Previdenza Sociale – Nota 28/11/2006, prot. 25/I/0006585

Scarica il documento completo in formato .Pdf