Passo San Pellegrino (TN): Si festeggia “La Desmontegada”

Passo San Pellegrino (TN): Si festeggia “La Desmontegada”

Passo San Pellegrino (TN) – A settembre in tutte le valli dell’arco alpino, si festeggia “La Desmontegada”, l’antica usanza della smonticazione, ossia il rientro del bestiame e dei
pastori dalle malghe dell’alpeggio estivo in alta quota. Una tradizione centenaria che ha da sempre accompagnato e scandito il ciclo delle stagioni nelle valli di montagna. Un momento importante,
che segna idealmente il passaggio dall’estate verso l’autunno che presto andrà a dipingere con i suoi magnifici colori dalle sfumature mozzafiato i prati e i boschi delle Dolomiti.

Come vuole il folklore della tradizione prima di farle entrare nei paesi e farle sfilare per le vie e le strade dei borghi, le mucche vengono adornate e infiorate come un tempo, sulla fronte e
tra le corna e al collo vengono appesi i campanacci più grossi e rumorosi, finemente decorati. Il corteo, annunciato da lontano dai campanacci, riempie i paesi di scampanii e
muggiti.

Ci sono i malgari che tornano in famiglia, c’è la banda, il parroco che benedice gli animali, tutto la gente in strada a parlare dell’estate passata e se quest’anno cadrà tanta o
poca neve, del fieno, dei funghi e del raccolto e degli ultimi lavori da fare prima del freddo.

Un evento che rivive anche a Falcade e al Passo San Pellegrino e che verrà festeggiato durante il week-end dal 27 al 29 settembre per la gioia di turisti e valligiani. Una manifestazione
davvero pittoresca, per certi aspetti unica nel suo genere.


Di seguito il programma de “La Desmontegada 2013”:

Venerdì 27 settembre

Ore 17:00  apertura tendone, aperitivo.
Dalle 18:30 cena con piatto della serata “menèstra da òrz”, patate agordine e porchetta.
Ore 20:30 con i 22 elementi dell’orchestra “Weinstraβe Musikanten” (BZ).

Sabato 28 settembre

Ore 9:00 apertura tendone.
Ore 10:30 passaggio per le vie del centro storico di Falcade degli animali ornati a festa in discesa dalle 12 malghe attive del comprensorio pascolivo della Val Biois.
Dalle 12:00 pranzo con piatti “Se desmonteghea” e “Folk”.  Concerto della banda di Auronzo (BL).
Ore 14:00 consegna riconoscimenti ai malgari.
Ore 15:00 descrizione dei formaggi di malga con esperti di Veneto Agricoltura in collaborazione con Coldiretti di Belluno.
Ore 16:00 intrattenimento con gli amici della patata agordina, i “Tirataie e i Musikanti dell’Alto Agordino”. Porchetta allo spiedo
Dalle 18:30 cena con piatto della serata polenta e baccalà.
In serata Dimostrazione suono del corno alpino con gli “Alpcorn” da Rina di Marebbe (BZ).
Ore 21:00 musica con  i “Grenzland Power” tra i più conosciuti ed apprezzati gruppi della Baviera sempre presenti all’Oktoberfest di Berlino.

Domenica 29 settembre

Ore 09:00 apertura tendone.
Ore 10:30 intrattenimento con i “Furlans a manete” (UD).
Dalle 12:00pranzo con toro cucinato allo spiedo e piatti tipici.
Dalle 14:30 sfilata ed esibizione di gruppi folk a provenienza Dolomitica. Gruppo Folk Val Biois (BL) – “Plattllausgitschn” da Sarentino (BZ) – “Uniun Bal popular ” Val Badia (BZ) – Gruppo Folk
di Pieve Tesino (TN) – “Alpcorn” Rina di Marebbe (BZ) con la rappresentanza della Federazion intra le Union Cultual dei ladins Dolomitan.
Dalle 18:30 cena con specialità Dolomitica “el Grestel”.
Dalle 17:30 a chiusura musica folk con i “Beatrik” dal Primiero (TN).

Venerdì, Sabato e Domenica

Presso il centro fondo al Parco Giochi di Falcad: mostra raccolta “Cartoline d’epoca della Valle del Biois”.
Presso gli stessi locali: venerdì 27 ore 17.30, presentazione del libro “101 cose da fare sulle Dolomiti almeno una volta nella vita” di Alice Cason.

Novità: presente presso stand del Libro ricerca sul culto di Sant’Antonio in Valle del Biois di Lucio Rizieri, Mayra De Marco e collaboratori.

www.passosanpellegrino.it


Redazione Newsfood.com+WebTv

Leggi Anche
Scrivi un commento