Pasta Rummo riparte la produzione… dopo tre settimane di fango!

Pasta Rummo riparte la produzione… dopo tre settimane di fango!

Il peggio è passato. A oltre due settimane dall’alluvione che ha colpito il beneventano nella notte tra il 14 e il 15 ottobre, nella sede del pastificio Rummo di Ponte Valentino si sta tornando alla normalità. Tutti, dalla famiglia Rummo ai collaboratori, alle aziende coinvolte nelle pulizie stanno lavorando incessantemente per riportare lo stabilimento alla normalità e assicurarne la ripresa. Grazie all’impegno di collaboratori, istituzioni, aziende e volontari, lo stabilimento e i macchinari del pastificio beneventano sono stati quasi interamente ripuliti da fango e detriti. Si sta lavorando con macchine specifiche per disinfettare gli impianti e ripristinare tutte le funzioni, in particolare quelle elettriche.

Antonio Rummo, direttore commerciale estero e sesta generazione della famiglia di pastai, dichiara: «Procede tutto per il meglio ed anche in maniera molto veloce; ogni giorno che passa vediamo dei miglioramenti, possiamo dire che i lavori per quanto concerne la parte interna sono ultimati al 95%, mentre per quella esterna all’85%».

Così Rummo è quasi pronto a ripartire a pieno regime e potrà in breve tempo tornare alla normale attività, caldeggiato anche da un supporto morale non indifferente proveniente dai social e da privati e aziende che si stanno impegnando in una gara di solidarietà. Come ad esempio il Gruppo Fratelli la Bufala, che ha aderito all’appello di Facebook #SaveRummo: da sempre i suoi ristoranti acquistano prodotti Rummo, non solo quellisul territorio nazionale, ma anche all’estero da Dubai a Londra. Per questo ha dedicato due pagine del suo house horgan FLB Magazine in modo da sensibilizzare tutti, compresi clienti e affiliati, ad aderire all’appello.

RUMMO SPA. RUMMO produce dal 1846 un’ampia gamma di formati di pasta (140 tra secca, biologica, integrale, all’uovo e senza glutine) per soddisfare i gusti evoluti e le abitudini contemporanee. Ha recentemente ideato nuovi formati che vengono prodotti nel rispetto della tradizione degli artigiani pastai campani e dei tempi lenti della natura per preservare materie prime di alta qualità lavorate con il metodo brevettato della Lenta Lavorazione®, l’esclusivo metodo che offre numerosi benefici agli chef: tiene la cottura, conserva la forma originaria una volta cotta e non si ammassa nel piatto, anche dopo il salto in padella e nel tempo di attesa prima di essere servita. Una pasta tenace e resistente alla masticazione, con il profumo tipico del grano duro, perché nasce solo da miscele di grani duri fra i migliori al mondo, scelti ogni anno secondo la qualità del raccolto di stagione. Ogni lotto di produzione, di ciascun formato, è inoltre sottoposto a severi controlli e prove di assaggio da parte di due chef per verificarne l’effettiva rispondenza ai parametri certificati. Grazie a sette certificazioni internazionali – è la prima e l’unica pasta ad aver ottenuto una certificazione di prodotto (Certificazione Bureau Veritas N. 385/003) per la tenuta in cottura – e due stabilimenti RUMMO esporta i suoi prodotti in 45 nazioni dei 5 continenti. La quota delle esportazioni è del 35% e i principali mercati stranieri sono gli Stati Uniti d’America, il Giappone, la Francia, la Gran Bretagna e la Germania.

www.pastarummo.it

Chiara Danielli
Redazione Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento