Nelle giornate 15 – 16 – 17 maggio si è tenuto Il Salone del lavoro e della creatività, organizzato dall’Università degli Studi di Foggia con la partecipazione di oltre 5000 presenze complessive, 4000 colloqui individuali, candidati arrivati da tutte le province pugliesi e altre regioni italiane.

 Peppe Zullo

Un successo che è andato oltre le previsioni, grazie anche a Peppe Zullo per “ l’egregio lavoro svolto per l’Università di Foggia e per i brillanti risultati conseguiti dal S.L.C. ’18 “ … così recita la motivazione dell’attestato di riconoscimento conferito allo chef orsarese dal Prof. Maurizio Ricci, Rettore dell’Università di Foggia.
I giovani sono il nostro futuro e la Puglia ha ancora tanto da esprimere. Eventi come il Salone del Lavoro e della Creatività -ha detto Peppe Zullo- sono di fondamentale importanza per dare loro la possibilità di realizzare i loro sogni nella loro terra natia, e alla Puglia di crescere “.

 

 

Salone del lavoro e della creatività – Foggia

(dal sito ufficiale http://jobunifg.it/informazioni-evento/)

Prof. Maurizio Ricci, Rettore Università di Foggia

Il Salone del lavoro e della creatività, organizzato dall’Università degli Studi di Foggia in collaborazione con la Regione Puglia, Comune e Provincia di Foggia, Camera di Commercio, Confcommercio, Confindustria, l’Associazione Alumni Unifg e il Consiglio degli Studenti Unifg, è un evento finalizzato a orientare e accompagnare i laureati, laureandi e diplomati della Regione Puglia alla ricerca attiva di un lavoro.
La manifestazione rappresenta un’opportunità unica per incrociare domanda e offerta di lavoro, nell’ottica di attuare concrete politiche occupazionali in linea con le più recenti indicazioni europee in materia di istruzione e formazione.
La manifestazione si svolgerà nell’arco di tre giornate e sarà arricchita dalla partecipazione di autorevoli esponenti del mondo dell’economia, della politica e dell’imprenditoria che animeranno workshop, seminari, laboratori e convegni con lo scopo di generare idee, iniziative e progetti a favore dell’occupazione giovanile.  La partecipazione è riservata alle imprese e a tutti quei soggetti pubblici e privati interessati a selezionare talenti da inserire nelle proprie realtà lavorative con le modalità e le forme contrattuali più adatte alle proprie esigenze organizzative.
Questo progetto si propone, infatti, di offrire prioritariamente una risposta ai giovani che ogni anno si affacciano al mercato del lavoro dopo la conclusione degli studi e nasce dalla consapevolezza della necessità di creare quella indispensabile rete di relazioni fiduciarie senza le quali il richiamo al patrimonio umano rischia di essere retorico, in quanto privo dei necessari strumenti per la sua concreta valorizzazione.

Redazione Newsfood.com