Per gli economisti riuniti a Davos l'Italia è a rischio recessione

L’economia mondiale è in un periodo di grande sofferenza: negli Stati uniti c’è il forte rischio di una recessione e in Europa si prevedono importanti ricadute negative. E’ questa
la preoccupante fotografia scattata dai maggiori economisti internazionali riuniti a Davos, in Svizzera, per il World Economic Summit.

Gli analisti concordano sulla previsione che la Banca centrale europea presto taglierà i tassi di interesse: «In Gran Bretagna, in Francia, Spagna, Italia e Portogallo – ha
spiegato Nouriel Roubini – ci sono già segnali di rallentamento dell’economia». Per l’economista di New York il nostro paese rischia di cadere in recessione e nel 2008, nella
migliore delle ipotesi, registrerà una crescita del Prodotto interno lordo tra lo zero e l’uno per cento».


Warning: Invalid argument supplied for foreach() in /home/giusep26/public_html/newsfood.com/wp-content/themes/logger/single.php on line 540
Leggi Anche
Scrivi un commento