Perché il digiuno fa ingrassare, saltare i pasti è un errore

Perché il digiuno fa ingrassare, saltare i pasti è un errore

Il Digiuno fa ingrassare. Non saltate mai i pasti!

Volete smaltire i chili di troppo? Bene, fatelo, seguite una dieta regolare, ma non saltate mai i pasti! Potreste avere brutte sorprese.
A volte non abbiamo tempo, a volte ce ne dimentichiamo di proposito nella speranza di poter dimagrire. Saltare un pasto può capitare a tutti nella vita, ma cosa accade quando diventa un’abitudine?

Un’alimentazione corretta ci aiuta a restare in forma, ma cosa succede quando cerchiamo di perdere peso velocemente senza mangiare? Non tutti sanno che il digiuno comporta la produzione di ormoni compensatori per mantenere il rifornimento energetico alle cellule, tra cui il cortisolo. Questo comporta una sovrapproduzione di insulina e, quindi, il blocco del dimagrimento.

Anzi, rischiate anche di ingrassare.
Inoltre, quando si resta a digiuno si tende a mangiare di più il pranzo successivo, costringendo il proprio organismo ad uno sforzo superiore per la digestione. Secondo uno studio della Cornell University, poi, chi è solito saltare i pasti ha il 31% di possibilità in più di essere attratto dal cibo spazzatura quando va al supermercato.

Quindi, è consigliabile andare a fare la spesa a stomaco pieno. In più, non mangiare influisce negativamente sul ritmo metabolico, rallentando il metabolismo aumenta la difficoltà nel perdere peso.

Ma digiunando ripetutamente si rischia, anche, di andare incontro a conseguenze più serie, vere e proprie patologie, come ipoglicemia e squilibri del surrene, un organo che produce il cortisolo, il così detto ormone dello stress, che recupera l’energia necessaria al funzionamento del cervello.

Con la mancanza di cibo questo ormone trasforma in energia la massa muscolare, causando perdita di tonicità, forza e massa muscolare e aumento dei livelli di stress. 
Il digiuno può causare, inoltre, stanchezza e indebolimento e deficit di attenzione. Questo perché il nostro corpo non riesce a ricevere abbastanza proteine, vitamine, minerali e acidi grassi contenuti in ciò che mangiamo.

Cattive notizie anche per chi regolarmente salta la colazione. Secondo uno studio della Harvard School of Public Health, infatti, chi adotta questa cattiva abitudine ha il 20% di possibilità in più rispetto agli altri di sviluppare diabete di tipo 2.

Un’altra ricerca, invece, ha dimostrato che c’è una correlazione fra l’andare al lavoro a digiuno e i problemi al cuore, perché il nostro organismo ha bisogno di essere nutrito regolarmente per mantenere stabile il livello di glicemia ed evitare sbalzi di pressione o problemi legati al sistema circolatorio.

Infine, chi non mangia ha più possibilità di soffrire di mal di testa o essere contagiato da febbre e raffreddore, perché le difese immunitarie si abbassano.

Meglio quindi dimagrire seguendo una dieta naturale che rispetti i ritmi biologici e le necessità dell’organismo. Contattate BIOIMIS per iniziare subito la vostra dieta personalizzata!

 

 

Articolo a cura di Bioimis

in esclusiva per Newsfood.com
© Riproduzione riservata

==========================================

BioimisQuesta rubrica –Buon cibo = Buona salute–  di proprietà di Newsfood.com è curata in esclusiva da esperti nutrizionisti BIOIMIS, e ha l’intento di dare le nozioni necessarie per far conoscere le qualità intrinseche dei cibi e i loro effetti. Propone anche ricette salutari e consigli, affinchè ognuno di noi, in modo consapevole, possa decidere della sua vita e di quella dei suoi cari.
Dipendentemente dai tempi e dallo spazio, la redazione di Newsfood.com, in collaborazione con gli esperti nutrizionisti, cercherà di dare risposte ai quesiti di chi vorrà approfondire gli argomenti trattati.


Per contatti e info Clicca qui

*Bioimis = origini della Vita
Redazione Newsfood.com

 

Related Posts
Leave a reply