permute.it: comprare e spendere soldi? Meglio scambiare ciò che non ci serve più!

permute.it: comprare e spendere soldi? Meglio scambiare ciò che non ci serve più!

Un’economia sana è possibile: evitando gli sprechi e incentivando il riuso grazie ad internet e senza spendere denaro.

Siamo sommersi da beni che non ci servono e  che non utilizziamo più: ognuno di noi conserva in cantina oggetti acquistati quando pensavamo potessero servirci e invece, ora sono li nel dimenticatoio, aspettando solo di finire in discarica (contribuendo ad inquinare il Pianeta).

Buttarli via “e’ un peccato” “uno spreco” , potrebbero servire ad altri. In effetti avete mai pensato che  in mano ad altre persone potrebbero trovare nuova vita e soprattutto nuovo valore?
La prima cosa che ci viene in mente in questi casi è di provare a vendere questi oggetti e ricavarne dei soldi. Semplice a dirsi, molto meno a farsi: analizzando un campione molto ampio di annunci di vendita presenti in internet abbiamo notato come la stragrande maggioranza delle offerte sul web riceva una controproposta di baratto permute in luogo del denaro.

La crisi economica che limita le possibilità di spesa sicuramente è alla base di questa difficoltà nel vendere, ma credo si tratti anche di un cambiamento culturale in atto nel nome del riuso e della sostenibilità. La crisi economica da questo punto di vista potrebbe essere un’opportunità reale di cambiamento. Rilanciare un’economia sana, con al centro i bisogni reali delle persone e non il mero denaro si può, grazie alla condivisione.

E’ così che è nato il progetto Permute.it: realizzare uno strumento on line che permetta lo scambio di beni non usando necessariamente il denaro, o adoperandone meno possibile. Un mercato virtuale che mette in contatto chi crede nella condivisione e nel riutilizzo e perchè no, un’occasione per chi non ha molta disponibilità economica di aggiudicarsi beni di cui ha bisogno.

Il meccanismo di permute.it è semplice, simile ad altri siti di annunci: l’utente si iscrive gratuitamente e pubblica la sua offerta con foto e descrizione di ciò che intende cedere, ma al contrario dei normali siti di annunci, in questo caso l’utente non stabilirà un prezzo per il bene che offre, ma elencherà una serie di contropartite gradite. Solo nel caso ci sia differenza significativa di valore tra i due beni da scambiare si potrà procedere ad un’integrazione in denaro.

Abbiamo parlato di beni e non semplicemente di oggetti, perchè Permute.it prevede qualunque genere di scambio: dal piccolo oggetto, ai motori, alle barche fino agli immobili e anche scambi di prestazioni professionali. C’è quel bed & breakfast in Toscana che offre stanze in cambio di lavori di ristrutturazione pittura o giardinaggio, oppure quel concessionario che ha ceduto uno scooter usato ad un programmatore esperto in cambio di un sito internet, insomma le possibilità sono realmente infinite e quasi sempre senza spendere un euro.
Si può anche prenotare un servizio video con intervista e pagarlo con un cesto di salumi e qualche bottiglia di buon vino; oppure offrire la realizzazione di un sito o una campagna SEO per una  settimana in vacanza al Camping Cesenatico.

Redazione Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento