“Anche se stiamo completando il lavoro di partnerariato con le Regioni, previsto dal FEP – ha dichiarato il Ministro – ritengo necessario programmare tempi e modalità certe
per il fermo temporaneo delle attività di pesca 2007. Si tratta di una misura strategica per la conservazione e la rinnovabilità delle nostre risorse biologiche – ha
sottolineato De Castro -, pertanto sto avviando una procedura accelerata per poter utilizzare fondi inutilizzati stanziati negli ultimi anni per il mondo della pesca e mai giunti ai
beneficiari”.

“Il fermo è ormai strutturale nel FEP e dunque notificheremo a Bruxelles le nostre scelte in attesa della definizione del piano strategico definitivo”, ha precisato il Ministro. Durante
l’incontro, De Castro ha posto all’attenzione dei rappresentanti del mondo della pesca e dei sindacati gli altri interventi a favore del settore: in particolare quelli per le zone colpite dal
problema mucillagini e le modalità di assegnazione dei contributi de minimis ai pescatori.

Il Ministro, affrontando anche il tema delle blue box, ha ribadito come l’equiparazione dell’Iva pesca a quella del mondo agricolo, resti obiettivo prioritario delle nuove politiche della pesca
nelle quali è attivamente impegnato.

www.politicheagricole.it