Roma, 21 Novembre 2007 – Pesca ed Acquacoltura-Flotta Italiana Pesca illegale, non dichiarata e non regolamentata, se ne parlerà domani, con l’apertura di un Forum, alle 15:00,
alla Sala Cavour del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali in via XX settembre, 20, a Roma.

«E’ importante, insieme alle associazioni del settore, ai sindacati e al mondo ambientalista e della ricerca arrivare all’adozione di strumenti in linea con il diritto internazionale –
sottolinea il Ministro Paolo De Castro che parteciperà all’incontro insieme al Comandante generale delle Capitanerie di porto Raimondo Pollastrini. In una situazione in cui le norme
comunitarie impongono ulteriori restrizioni, prevenire e scoraggiare le attività di pesca illegale è un dovere, affinché venga riconosciuto il lavoro della gran parte dei
pescatori che operano nel rispetto delle regole».

De Castro non ha dubbi: «La pesca responsabile è un obiettivo ambizioso ma necessario – spiega – che richiede politiche appropriate per la conservazione delle risorse biologiche
dei mari e delle attività di pesca. Le misure di contenimento dello sforzo, previste dalla nuova politica comune della pesca e il supporto alle attività del mondo associativo e
sindacale – aggiunge il Ministro – dovrebbero consentire allo Stato e alle Regioni di ottenere dei risultati di governo del settore in linea con le migliori aspettative comunitarie ed
internazionali».