Milano, 3 Ottobre 2007 – Il Consiglio regionale ha approvato le modifiche alla legge n° 12 del 2005, la legge sul governo del territorio (previste da un apposito progetto di legge,
il n° 259) in particolare per quanto riguarda i termini per l’approvazione dei nuovi Pgt, i Piani di governo del territorio.

Con una modifica all’art. 1 del progetto di legge, presentata dall’assessore al Territorio e Urbanistica, Davide Boni, viene fissato in 150 giorni il termine di tempo tra la fase di
approvazione del Piano di governo del territorio e l’adozione dello stesso, mentre la disposizione precedente prevedeva che il Comune dovesse completare l’iter di approvazione del Piano entro
90 giorni dalla fase di raccolta delle osservazioni dei cittadini.

La nuova norma, pertanto, prolunga il termine di due mesi nel caso il Comune sia stato interessato, dopo l’adozione del Piano, da nuove elezioni amministrative.
L’obiettivo è consentire ai nuovi amministratori comunali di poter valutare il Piano adottato dalla precedente amministrazione, assumendo le conseguenti determinazioni, in un lasso di
tempo sufficiente a coprire anche l’interruzione causata dal passaggio elettorale.
Una seconda modifica introdotta dall’emendamento presentato da Boni riguarda l’art. 26 della legge n. 12: la nuova disposizione si applica anche ai procedimenti di approvazione del Pgt
attualmente in corso nei Comuni che sono stati interessati dalle elezioni della primavera scorsa.

«Attraverso la legge n. 12 – commenta l’assessore Boni – sono stati attivati una serie di strumenti urbanistici innovativi per soddisfare le esigenze degli enti locali. Le modifiche fino
ad oggi introdotte servono unicamente a migliorarne l’applicabilità, dando tempistiche certe che non mettano in difficoltà i singoli Comuni. Troppo spesso, infatti, molte
amministrazioni introducono nuove disposizioni urbanistiche a pochi mesi dalle elezioni, facendo così ricadere sulle amministrazioni successive le decisioni in materia
urbanistica».
«Prolungando i tempi di approvazione – conclude Boni – si facilita pertanto l’operato dei nuovi sindaci, che hanno così tutto il tempo necessario per valutare le decisioni assunte
in precedenza in relazione al Piano di governo del territorio».
La nuova legge regionale n. 12, così modificata, entrerà in vigore nei prossimi giorni, dopo la pubblicazione sul Bollettino Ufficiale della Regione (Burl).