Pharmintech 2010

Pharmintech 2010

Importante intesa siglata fra BolognaFiere e Ipack-Ima spa: una nuova società compartecipata al 51% da BolognaFiere e 49% da Ipack-Ima Spa, acquisisce il marchio e gestirà la
manifestazione Pharmintech, la fiera di riferimento nel settore del packaging per l’industria farmaceutica, parafarmaceutica e nutrizionale, la cui prossima edizione si terrà nel quartiere
fieristico di Bologna dal 12 al 14 maggio 2010.

Lo hanno annunciato questa mattina BolognaFiere e Ipack-Ima, due importanti protagonisti del panorama fieristico nazionale e internazionale, in occasione di una conferenza stampa congiunta, alla
quale hanno preso parte anche l’Assessore alle Attività Produttive della Regione Emilia-Romagna Duccio Campagnoli e il Presidente di Unindustria Bologna Maurizio Marchesini.

La nuova società, alla cui gestione contribuirà anche Unindustria, sarà proprietaria del marchio e della manifestazione nonché titolare della gestione di Pharmintech.
La segreteria organizzativa continuerà ad essere affidata ad Ipack-Ima Spa.

“Questa acquisizione dà ulteriori garanzie del radicamento a Bologna di una manifestazione specialistica verticale quale è Pharmintech, rafforzando il nostro posizionamento come
organizzatore fieristico specializzato nel settore del benessere, della salute e della sanità”, ha dichiarato l’Amministratore Delegato di BolognaFiere Federico Minoli.

“L’acquisizione rappresenta un segnale molto forte per le industrie del territorio, alle quali Pharmintech si rivolge in qualità di manifestazione di riferimento. Siamo certi che esse
reagiranno positivamente fin da subito e confidiamo, perciò, che i risultati di questa acquisizione saranno del tutto incoraggianti” ha commentato Maurizio Marchesini, Presidente di
Unindustria Bologna.

Pharmintech si tiene a cadenza triennale nel quartiere fieristico bolognese e rappresenta la più qualificata vetrina europea per le tecnologie, i materiali e i servizi per il processo e
per il confezionamento di prodotti farmaceutici, parafarmaceutici e per la nutrizione.

“Questo accordo è l’evoluzione più naturale di una partnership con BolognaFiere già in atto fin dalla nascita di Pharmintech”, ha affermato Guido Corbella Amministratore
Delegato di Ipack-Ima spa, “questo ulteriore passo organizzativo garantirà a Pharmintech anche per il futuro il supporto delle maggiori industrie produttrici di tecnologie, così
come auspica il Presidente di Unindustria Bologna Maurizio Marchesini. Industrie che hanno visto fin dall’inizio Pharmintech come la propria fiera di riferimento a livello europeo per questo
settore”.

La seconda edizione del 2007, che si è attestata su 6.500 mq netti, si è conclusa con una dichiarazione di piena soddisfazione da parte dell’89% degli espositori e del 70% dei 3.800
visitatori. Da segnalare, inoltre, il significativo livello di internazionalizzazione della manifestazione, con un tasso di espositori e visitatori esteri che ha raggiunto rispettivamente il 30%
e il 18%.

La prossima edizione di Pharmintech vede riconfermata la Presidenza di Sergio Dompé e gode del patrocinio di Farmindustria, la principale associazione di categoria e, dall’andamento delle
adesioni, si prevede, per maggio 2010, una piena conferma delle presenze registrate nell’edizione passata, che riaffermerà Pharmintech come punto di riferimento a livello europeo per la
business community del settore.

Pharmintech beneficerà della posizione privilegiata di Bologna che vede un’elevata concentrazione nel territorio di aziende leader a livello mondiale nel segmento del packaging
farmaceutico. Il quartiere fieristico bolognese, inoltre, rappresenta la piattaforma principale per i settori dedicati al benessere, alla sanità e alla salute in senso lato, sede di
manifestazioni leader internazionali quali Cosmoprof, Cosmopack, Cosmofarma, Exposanità e Sana.

“Le sinergie tra imprese del farmaco e i fornitori dell’indotto – afferma Sergio Dompé Presidente Farmindustria – generano una spinta all’innovazione. Gli stessi fornitori possono
eccellere sui mercati internazionali, con un export che può arrivare al 90% del loro fatturato, e le imprese del farmaco aumentare l’efficienza e rispondere così alle sfide della
concorrenza internazionale. L’accordo siglato può quindi rafforzare un settore made in Italy su cui investire per il rilancio industriale del Paese”.

Il Gruppo BolognaFiere, fra i leader internazionali nell’organizzazione di eventi fieristici, comprende 16 società che gestiscono 3 diversi quartieri fieristici realizzando ogni anno oltre
80 manifestazioni in Italia e all’estero. Forte specializzazione del portafoglio espositivo, orientamento all’internazionalizzazione, strutture all’avanguardia – 375.000 metri quadrati
complessivi di superficie espositiva (aree coperte e aree esterne) – e un’ampia offerta di servizi sono i plus della società. Il Gruppo BolognaFiere, accanto alla tradizionale
attività di organizzatore fieristico, comprende una società per le attività sui mercati internazionali, un’organizzazione dedicata ai congressi, una società di servizi
e una società di ristorazione e catering fieristico.

Ipack-Ima spa è il più importante organizzatore fieristico italiano nei settori del packaging e delle tecnologie di processo e fra i più importanti a livello internazionale.
Opera dal 1961 per favorire l’incontro fra l’offerta e la domanda di tecnologie e prodotti nei mercati chiave, interpretandone l’evoluzione ed elaborando strumenti di marketing in grado di
soddisfare le esigenze di espositori e visitatori degli eventi che organizza. Grazie a questa sua capacità di intercettare tendenze e cambiamenti, Ipack-Ima spa è in continuo
sviluppo ed è saldamente attestata fra i più importanti sistemi fieristici italiani della meccanica strumentale.

Leggi Anche
Scrivi un commento