Piemonte: Approvato il piano pluriennale dello sport

Torino, 27 Giugno 2007 – Il Consiglio Regionale ha approvato il Piano pluriennale 2007-2009, di interventi per la promozione delle attività sportive e fisico motorie e quello
sull’impiantistica sportiva.

“Abbiamo approvato un provvedimento importante atteso da decine di migliaia di famiglie – dichiara Giuliana Manica assessore al Turismo, Sport e Pari Opportunità – L’obiettivo strategico
che sta alla base di questo programma pluriennale è creare, attraverso gli interventi previsti, una cultura dell’attività fisica e sportiva tale da incrementarne la pratica, che
in Piemonte ha una media del 20% fra le più basse in Europa. Adotteremo anche azioni di intervento specifiche su tematiche di carattere sportivo come pari opportunità, sport e
ambiente, sport nelle carceri, e integrazione attraverso lo sport.”.

L’obiettivo principale del Piano pluriennale per la promozione delle attività sportive è far crescere la pratica sportiva attraverso:

1. Sviluppo della conoscenza della pratica sportiva (attraverso il censimento degli impianti, il sistema informativo regionale dello sport e l’organizzazione di convegni e seminari e
l’attivazione di ricerche mirate).

2. Promozione delle attività fisico-motorie (con gli sportelli sport e il sostegno all’organizzazione di eventi e alle attività di comitati regionali ed enti di
promozione sportiva. Fra le novità il sostegno ad azioni di intervento specifiche su tematiche di carattere sportivo come pari opportunità, sport e ambiente, sport nelle carceri,
integrazione attraverso lo sport.

3. Comunicazione sportiva, sponsorizzazioni e premi sport Regione (dalle campagne etiche con e attraverso lo sport al sostegno di atleti, associazioni e società sportive, federazioni
sportive, discipline sportive associate e enti di promozione sportiva del Piemonte e il sostegno del talento sportivo).

4. Formazione e istruzione sportiva e fisico-motoria in età scolare.

Per quanto riguarda, invece, l’impiantistica sportiva il Piano pluriennale prevede:

1. Messa a norma, ampliamento, completamento e diversificazione degli impianti (recupero funzionale e manutenzione straordinaria e realizzazione di spazi attrezzati per le attività
fisico-motorie e le aree verdi).

2. Nuova impiantistica in aree carenti o di particolare vocazione (dalla strutturazione di aree dedicate agli sport praticabili in ambiente naturale e all’aria aperta ad infrastrutturazione
leggera).

3. Impiantistica per gare di livello nazionale ed internazionale o in bacini a grande utenza.

www.regione.piemonte.it

Related Posts
Leave a reply