Mercoledì scorso 6 giugno si è svolta a Torino l’Assemblea elettiva regionale di Donne in Campo Piemonte. L’Assemblea, che è stata presieduta da Valentina Masante
presidente della Cia di Cuneo e vicepresidente regionale, ha visto una folta partecipazione delle delegate in rappresentanza di tutte le province piemontesi che hanno arricchito il dibattito
con i loro interventi ed esperienze. Anna Maria Dini, vicepresidente vicaria nazionale di Donne in Campo ha concluso i lavori delineando quelle che sono le linee guida dell’Associazione.

Dalla riunione è emersa forte la volontà delle imprenditrici di valorizzare il proprio lavoro attraverso l’Associazione in cui si riconoscono fortemente, creando sul territorio
momenti di confronto, di aggregazione e progettualità con le altre imprenditrici. Parola d’ordine è stata “costruire rete” tra le imprenditrici, con le altre associazioni ed enti
presenti sul territorio regionale e nazionale affinché si possano creare strumenti atti a favorire lo sviluppo ed il miglioramento delle imprese. Strumento essenziale il nuovo Psr
2007/2013 della Regione che dovrà garantire alle imprese un consolidamento delle posizioni raggiunte e nuovi obiettivi di sviluppo.

Paola Ortensi, invitata all’Assemblea, ha voluto ricordare la figura di Simona Chiara che è stata presidente di Donne in Campo Piemonte e vicepresidente nazionale, tracciando quello che
è stato il suo impegno per far nascere e crescere l’Associazione piemontese e la ricchezza che ci ha lasciato. E proprio in ricordo di Simona, Donne in Campo ha deciso di istituire una
borsa di studio rivolta alle studentesse universitarie, figlie di associati Cia, che presenteranno una tesi sulla vendita diretta – filiera corta e mercato.

Al termine dell’assemblea sono state elette la presidente Luciana Marangon e le vicepresidenti Rita Bonetto e Claudia Lach. Coordinatrice regionale Caterina Pecoraro. Compongono la Direzione
regionale Luciana Marangon, Domenica Carbone, Graziella Scarsi, Paola Pavese, Rita Bonetto, Caterina Pecoraro, Claudia Lach ed Antonella Piatti.

www.cia.it