Piemonte, Asti 3 dicembre 2009: -“Ogni nuova pianta fa ombra”

Piemonte, Asti 3 dicembre 2009: -“Ogni nuova pianta fa ombra”

C’è qualcosa di speciale ad Asti e che gli abitanti della città di Alfieri non comprendono o fanno finta di non comprendere, o ignorano.
Ovvero che la città del Palio sta diventando un crogiolo di nuove esperienze enogastronomiche, di nuove soluzioni di vendita, di grandi aperture verso la nuova frontiera del cibo.
Vedasi ad esempio il magnifico, grande e fornitissimo mercato del pesce alla PAM, l’apertura del civettuolo ristorante “Cambiocavallo” della Locanda al Castello, la insistenza del mangiar
contadino della Piola & Crota, la Essselunga che da gennaio avrà al sabato e domenica un sommelier professionista per la degustazione di buoni vini.
Ed altro ancora si muove nel crogiolo del gusto.
Ieri, i mattatori di Striscia la Notizia Ezio Greggio ed Enzino Iachetti, hanno inaugurato il nuovissimo ipermercato AI BRICCHI di Isola d’Asti (60.000 metri quadrati di superficie, ipermercato
il Gigante, due ristoranti, eccellenze dell’arte bianca, ecc).  
Ecco adesso la nuova EATALY di Asti, nel centro storico a due passi da piazza Alfieri.
55 metri di percorso, oltre 4000 eccellenze del gusto, 400 etichette di vino e birra, niente frutta verdura e pesce).
La novità assoluta è il ristorante, che qui prende il nome TUIT, sessanta posti comodi (originali le fotografie del milanese Leo Torri che riprendono gli antichi piatti piemontesi
di MondovÌ della collezione di Angelo Ferrando) e dicono, a tavola, solo eccellenze del territorio piemontese e serate a tema.
Oscar Farinetti -il Creso del Piemonte – padre padrone di EATALY (qualsiasi cosa tocca  si tramuta in oro) gongola con i suoi partner astigiani e non (che hanno investito ben tre milioni di
euro in questa nuova avventura alla quale il sottoscritto e tutta la redazione di Newsfood.com  augurano un lungo cammino e grandi successi.
Di fronte a queste grandi iniziative, come rispondono i piccoli e medi ristoratori di Asti e dintorni sempre più nella  morsa di una crisi strisciante? (anche lo stellato e magnifico
GENER NEUV soffre, resisti grande Giuseppina). Per ora stanno alla finestra.
Ma mi sembra esemplare la risposta che il Presidente degli Albergatori e Ristoratori di Asti mi ha consegnato : ” ogni nuova pianta fa la sua ombra”: in parole povere, la torta è sempre
quella, e le fette diventano sempre più sottili, riusciremo a saziarci tutti?

Attilio Scotti per Newsfood.com
Enogastronomade

www.tuit.it

Leggi Anche
Scrivi un commento