L’agricoltura fa segnare il record nella crescita tra tutti i settori sia a livello congiunturale (3,6 per cento) che tendenziale ( 3,9 per cento).

E’ quanto afferma la Coldiretti che nel commentare i dati relativi alla crescita del Pil nel primo trimestre del 2007 sottolinea il risultato delle imprese agricole che contribuiscono anche a
garantire la sostenibilità alla sviluppo grazie al ruolo insostituibile svolto dalle campagne per la sicurezza ambientale e alimentare dei cittadini consumatori, la salvaguardia del
paesaggio, il turismo e, in generale, per la qualità della vita.

Non è un caso che nel rapporto presentato dalla fondazione Symbola si evidenzia che con il 46,1 per cento del Prodotto Interno Qualità (PIQ) l’agricoltura conquista il posto
d’onore, dopo il commercio, nella speciale classifica che misura la qualità della crescita nelle diverse accezioni (legame con il territorio, valorizzazione risorse umane, innovazione,
posizionamento e competitività).

Dall’agroalimentare che guarda al mercato – precisa la Coldiretti – può venire un contributo alla crescita dell’economia in valore, qualità e sostenibilità ambientale.
Bisogna puntare – conclude la Coldiretti – sulla valorizzazione della legislazione relativa alla trasparenza dell’origine e alla tracciabilità dei processi produttivi per trasferire sul
territorio, con l’agricoltura, l’artigianato e il turismo, il valore aggiunto delle produzioni Made in Italy.

www.coldiretti.it