PIL, Confcommercio: «fotografia più realistica della crisi dell'economia»

Dato che, rispetto alle precedenti ipotesi di chiusura all’1,7-1,8%, è più in linea con l’attuale fase di forte rallentamento dell’economia italiana: questo il commento
dell’Ufficio Studi di Confcommercio al dato sul Pil per il 2007 diffuso oggi dall’Istat.

Questo ridotto profilo di crescita è in gran parte attribuibile alla scarsissima dinamicità dei consumi delle famiglie sui quali pesano, da un lato, il modesto sviluppo dei
redditi, dall’altro, una pressione fiscale che, con il dato record degli ultimi 10 anni, ha raggiunto un livello insostenibile.

Related Posts
Leave a reply