Pisco e Quinoa, al Consolato Peruviano: “Las Damas del Pisco”

Pisco e Quinoa, al Consolato Peruviano: “Las Damas del Pisco”

Las Damas del PiscoIL PISCO, IL DISTILLATO BANDIERA DEL PERÙ, SI RACCONTA
IN SERATA CULTURALE
Organizza l’associazione “Las Damas del Pisco”
Milano.- Più che uno slogan, “Il Pisco è Perù” intende trasmettere la cultura e le tradizioni di un popolo, quello peruviano che tramite il suo distillato bandiera “IL PISCO” racconta la sua storia ancestrale e anche il suo legame enogastronomico con l’Italia, in occasione della presentazione della neonata associazione “Las Damas del Pisco”, il 15 luglio 2014, ore 18.00, presso il Consolato Generale del Perù a Milano.

Un programma ricco di ospiti e iniziative. Ad aprire la serata, il console Generale del Perù a Milano On. Ramiro Silva Delgado, seguito dalla consigliere comunale di Milano Rosaria Iardino, come un segno di fratellanza nei confronti della comunità peruviana, la più numerosa tra le latinoamericane in Italia.
Solo in Lombardia superano le 46 mila 500 presenze, di cui il 61% sono donne.
Un dato non affatto irrelevante visto che la migrazione peruviana è prevalentemente femminile.

E non solo, il ruolo della donna nella economia peruviana è ora più che mai di rilievo, oltretutto nei settori storicamente maschili come quello enologico.
 Non a caso la neonata associazione “Las Damas del Pisco” ha voluto valorizzare la presenza della donna in tutta la catena produttiva del Pisco, dalle botteghe fino alla promozione nazionale e internazionale, spiega la presidente Gladys Torres Urday.

Il distillato bandiera del Perù, inoltre, rientra nell’ambito dell’ExpoMilano 2015, dato il suo valore culturale e la sua potenzialità nelle relazioni commerciali italo-peruviane, insieme ad altri prodotti oriundi come la quinoa, la maca, l’amaranto, la lucuma ed altri.
Nella serata ci sarà modo di conoscere “Il Perù visto da vicino” con l’intervento di Roberto Rabachino, Presidente Nazionale dell’Associazione Stampa Agroalimentare Italiana, e di percorrere parte della gastronomia peruviana con la Chef Etno-Gastronoma Elsa Javier, che preparerà piatti tradizionali a base di quinoa e Pisco.

Previsto un show cooking e un cocktail show.
Infatti, il Pisco Sour e il Chilcano, due rinfrescanti cocktail peruviani, saranno preparati dal bartender Edgar Espinoza.
In contemporanea, l’esposizione di gioielli artigianali con le bucce dell’uva dell’artista Delia Albertazo, in Arte Urpi Yana. E per chiudere in bellezza, un bridisi con il Pisco e la degustazione delle pietanze
tradizionali.

IL PISCO, IL DISTILLATO BANDIERA DEL PERÙ, SI RACCONTA
IN SERATA CULTURALE
Organizza l’associazione “Las Damas del Pisco”
Milano.- Più che uno slogan, “Il Pisco è Perù” intende trasmettere la cultura e le tradizioni di un popolo, quello peruviano che tramite il suo distillato bandiera “IL PISCO” racconta la sua storia ancestrale e anche
il suo legame enogastronomico con l’Italia, in occasione della presentazione della neonata associazione “Las Damas del Pisco”, il 15
luglio 2014, ore 18.00, presso il Consolato Generale del Perù a Milano.
Un programma ricco di ospiti e iniziative. Ad aprire la serata, il
console Generale del Perù a Milano On. Ramiro Silva Delgado,
seguito dalla consigliere comunale di Milano Rosaria Iardino, come un segno di fratellanza nei confronti della comunità peruviana, la più
numerosa tra le latinoamericane in Italia. Solo in Lombardia superano
le 46 mila 500 presenze, di cui il 61% sono donne.
Un dato non affatto irrelevante visto che la migrazione peruviana è
prevalentemente femminile. E non solo, il ruolo della donna nella economia peruviana è ora più che mai di rilievo, oltretutto nei settori
storicamente maschili come quello enologico.
Non a caso la neonata associazione “Las Damas del Pisco” ha voluto
valorizzare la presenza della donna in tutta la catena produttiva del
Pisco, dalle botteghe fino alla promozione nazionale e internazionale, spiega la presidente Gladys Torres Urday.
Il distillato bandiera del Perù, inoltre, rientra nell’ambito dell’ExpoMilano 2015, dato il suo valore culturale e la sua potenzialità
nelle relazioni commerciali italo-peruviane, insieme ad altri prodotti oriundi come la quinoa, la maca, l’amaranto, la lucuma ed altri.
Nella serata ci sarà modo di conoscere “Il Perù visto da vicino” con
l’intervento di Roberto Rabachino, Presidente Nazionale dell’Associazione Stampa Agroalimentare Italiana, e di percorrere
parte della gastronomia peruviana con la Chef Etno-Gastronoma Elsa Javier, che preparerà piatti tradizionali a base di quinoa e Pisco.
Previsto un show cooking e un cocktail show. Infatti, il Pisco Sour e il
Chilcano, due rinfrescanti cocktail peruviani, saranno preparati dal bartender Edgar Espinoza.
In contemporanea, l’esposizione di gioielli artigianali con le bucce
dell’uva dell’artista Delia Albertazo, in Arte Urpi Yana. E per chiudere in bellezza, un bridisi con il Pisco e la degustazione delle pietanze
tradizionali.

PROGRAMMA
18.00: Introduzione di Angela Roig, giornalista e moderatore
18.10: Saluti di benvenuto del Console Generale del Perú a Milano
On. Ramiro Silva Delgado
18.20: Saluti istituzionali del Consigliere del Comune di Milano, Rosaria Iardino
Inizio tavola rotonda
18.30: Il Pisco, distillato bandiera del Perù: Arte e Cultura di un
popolo, con Gladys Torres Urday, Presidente dell’Associazione Las
Damas del Pisco

18.40: Il Perù visto da vicino con Roberto Rabachino, Presidente
Nazionale dell’Associazione Stampa Agroalimentare Italiana
18.50: La gastronomia peruviana e il Pisco con la Chef Elsa Javier

19.00: Presentazione dell’Associazione “La s Damas del Pisco”
19.10: Show cooking con la Chef Etno-Gas tronoma Elsa Javier
19.20: Cocktail Show: Pisco Sour e Chilcano con il Bartender Edgar Espinoza
19.30: Brindisi e degustazione di piatti peruviani a base di quinoa e
Pisco – Empanadas de quinoa, Patè al Pisco, Causa limeña, Soufflè de
maracuyà.
In contemporanea: Esposizione di gioielli artigianali con le bucce dell’uva dell’artista Delia Albertazo, in arte Urpi Yana

È gradita la conferma di partecipazione:
[email protected]
[email protected]
+39 331 4703546 + 39 320 3619377

Redazione Newsfood.com

Leggi Anche
Scrivi un commento