Podere Le Ripi: le vigne bonsai di Francesco Illy a Vinitaly 2014

Verona, 8 aprile 2014, 48° Vinitaly – Sebastian, enologo, e Alessandro, agronomo, ci raccontano il Podere Le Ripi e le sue “vignette” bonsai..
Sono giovani e si ritengono uno “enologhino” e l’altro “agronomino”, …bonsai anche loro, in sintonia con l’azienda e con una gran voglia di dare il massimo e di crescere, di diventare dei Baobab.
Intervista di Giuseppe Danielli

Francesco Illy:
Questo suolo, questa terra, questo bosco e questi campi sono rimasti incontaminati per tutta la loro storia. Sentiamo nostro dovere preservare questa meraviglia come l’abbiamo trovata per le prossime generazioni. Abbiamo evitato le sostanze chimiche e preferito il costoso lavoro fatto a mano a qualsiasi soluzione “veloce”.

Dal 2010 siamo in conversione biodinamica

Crediamo anche che questo tipo di pratica agricola risulti sana per i vini di forte personalità e buoni aromi: proviamo gioia quando li beviamo e sappiamo che questa gioia è condivisa dai nostri clienti.

Il Podere Le Ripi

Azienda vitivinicola di 54 ettari a Montalcino:

54 ettari di boschi, vigneti e uliveti abitati fino al 1998
da un pecoraio e dal suo gregge.
Un terreno incontaminato ricco di una meravigliosa varietà
vegetale con una vista mozzafiato ed aria purissima.

Acquistato da un pastore nel 1998 non c’era una sola vite:
sono state piantate dal 2000 ad oggi con grande rispetto
per il suolo coltivato con principi biologici.

Ufficialmente in conversione biodinamica
e biologica dal 2010.

No alla Tossicità

Nessun contenuto chimico e tossico:

E’ possible coltivare la vite senza interventi:
Vogliamo le nostri viti libere da inquinanti tossici.
Il DDT è stato una fantastica soluzione e lo abbiamo usato
per decenni fino a quando abbiamo scoperto l’ovvio:
Era estremamente dannoso per la nostra salute.
Non vogliamo seguire lo stesso percorso nel futuro.

Faremo il vino con l’uva, se avremo uva.
E se la natura si prenderà le nostre uve…
…noi quell’anno non faremo vino.
Ma la biodinamica aiuta molto.

 

Francesco Illy, vignaiolo

 

Related Posts
Leave a reply