Roma – Si è svolto oggi presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, Dipartimento per lo sviluppo delle economie territoriali (DISET), un incontro finalizzato alla verifica
degli aspetti amministrativi-autorizzativi necessari a dare attuazione all’Accordo di Programma per la Qualificazione e Reindustrializzazione del Polo petrolchimico di Priolo.

Come deciso nell’ultimo incontro tenutosi a Palazzo Chigi il 19 luglio scorso – presieduto dal Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Enrico Letta, al quale ha partecipato il Ministro
dello Sviluppo Economico, Pierluigi Bersani – la questione attiene alle autorizzazioni amministrative per realizzare le bonifiche necessarie affinché le aree siano disponibili e
utilizzabili per nuovi insediamenti industriali.

All’incontro hanno partecipato rappresentanti della Presidenza del Consiglio e dei Ministeri dell’Ambiente e dello Sviluppo Economico; della Regione Sicilia, della Provincia di Siracusa, dei
Comuni di Siracusa, Melilli, Augusta e Priolo; e dell’Associazione industriali. Per le aziende sono intervenuti rappresentanti della Syndial, dell’Eni, della Erg, della Polimeri Europa e della
Sasol Italy.

Nel corso della riunione sono state evidenziate le difficoltà incontrate per procedere speditamente alle bonifiche delle aree e alla messa a disposizione delle stesse per nuovi
insediamenti a partire dalle aree prioritarie su cui ci sono richieste di aziende industriali. Vi sono stati approfondimenti e chiarimenti tra Amministrazioni e aziende. Per accelerare i tempi,
il Ministero dell’Ambiente ha avanzato la proposta, integrata e accettata dai partecipanti, di definire un accordo complessivo sulla bonifica dell’area operando con tutti i soggetti interessati
– e principalmente con Syndial ed Erg – per giungere entro un mese a un progetto di bonifica condiviso tra amministrazioni e aziende, da approvare. Questo permetterà, come sperimentato
in altri siti, di avviare concretamente sia le azioni di bonifica del suolo, sia l’utilizzo delle aree prioritarie (SG14 e D2) per far partire i nuovi insediamenti industriali, come sollecitato
anche dal Ministero dello Sviluppo Economico.

Un nuovo incontro per la verifica finale dell’Accordo per le bonifiche si terrà entro la fine del mese di ottobre, presso la Presidenza del Consiglio.