Pooh a Milano: la grande Festa per i primi 50 anni

Pooh a Milano: la grande Festa per i primi 50 anni

A MILANO INIZIA LA GRANDE FESTA PER I 50 ANNI DEI POOH: Due serate di pura magia e sold out a San Siro “Ci sembra di vivere un sogno”

Di Mascia Maluta

Luci ed effetti speciali, a San Siro, due serate di grande magia, i cinque artisti più in forma che mai, e 50 anni di vita e grandi successi volati come un soffio.

Stefano D’Orazio, Dodi Battaglia, Red Canzian e Roby Facchinetti hanno scelto Milano per iniziare i festeggiamenti di questo compleanno cosi magico da decretarli il gruppo musicale italiano in assoluto più longevo. Li ha raggiunti anche Riccardo Fogli, emozionato e felice come  un bambino, in questa “Reunion” di tanti appuntamenti e concerti che si concluderà il 31 dicembre. Tutti a cantare, giovani, meno giovani, non più teen e nonni in un’alchimia che è stato il vero successo del gruppo, quello di riunire intere generazioni. 50 canzoni in scaletta, da “Piccola Katy” a “Pensiero”, e 3 ore di show che hanno tenuto incollati 50mila spettatori: “Ci sembra di vivere un sogno”, dicono Dodi Battaglia, Roby Facchinetti, Red Canzian, Stefano D’Orazio e Riccardo Fogli.

La fusione delle luci di San Siro e gli effetti speciali dal palco sublimati  in “Parsifal”, il brano a cui è stata affidata l’apertura della parentesi e celebrazione del periodo più sperimentale del gruppo. “Dammi solo un minuto”, “Giorni infiniti”, “Rotolando respirando”, “Uomini soli”, – degli anni Settanta, Ottanta, Novanta fino ai giorni nostri. Canzoni coraggiose e antesignane nell’esprimere alcuni aspetti di uno spaccato dell’Italia difficili da raccontare.

“Pensavo davvero di aver detto la parola fine al mio straordinario viaggio con i miei amici – ammette Stefano D’Orazio – dopo un po’ di titubanza, devo ringraziare i miei colleghi che hanno insistito per coinvolgermi in questo straordinario compleanno: più passano i giorni, più mi sto rendendo conto che questa emozione è impagabile”. Riccardo Fogli, che ha fatto parte del gruppo tra il 1966 e il 1973, abbraccia D’Orazio “Ho frequentato i Pooh per sette anni suonando ‘Piccola Katy’ dalla Russia all’America. Poi, quando sono rientrato come quinto Pooh, mi sono messo a studiare le canzoni così tanto che mi sono venuti i calli alle dita”.
Dal passato al presente, la chiusura del concerto è affidata al singolo inedito “Ancora una canzone”. I Pooh sono stati i primi a suonare negli stadi, ma questa è la loro prima volta a San Siro.

Mascia Maluta
Inviata Speciale
Newsfood.com

Vedi anche:

 

Immagine storia relativa a pooh d'orazio site:newsfood.com tratta da NEWSFOOD.com

Intervista esclusiva a Stefano D’Orazio – 50 anni Pooh

NEWSFOOD.com13 mar 2016
La mia scelta di andare a veder cos’altro c’era oltre al giardino incantato dei Pooh è stata difficile da metabolizzare, ma loro da amici non mi …
Immagine storia relativa a pooh d'orazio site:newsfood.com tratta da NEWSFOOD.com

Stefano D’Orazio a Expo 2015 racconta la sua Pantelleria: rara, nera …

NEWSFOOD.com12 mag 2015
Stefano D’ Orazio ospite nel Cluster Bio-Mediterraneo di Expo 2015, di cui la Regione Sicilia è Official Partner, ha raccontato al pubblico …
Immagine storia relativa a pooh d'orazio site:newsfood.com tratta da NEWSFOOD.com

EXPO 2015: Pantelleria protagonista al Cluster BioMediterraneo

NEWSFOOD.com05 mag 2015
Collegamento in streaming con Milano alle ore 16:30: ospite d’onore Stefano D’Orazio, storico batterista dei Pooh e cittadino onorario di …
Immagine storia relativa a pooh d'orazio site:newsfood.com tratta da NEWSFOOD.com

Stefano D’Orazio testimonial per AIDO (Intervista esclusiva)

NEWSFOOD.com06 ott 2013
Sabato 5 e domenica 6 ottobre i volontari AIDO, in più di 1.500 piazze italiane, informazioni e piantine di Anthurium per la ricerca sui trapianti.
Leggi Anche
Scrivi un commento