Premio Godio 2017, è Luis Haller il vincitore – Amarcord di Giancarlo Godio, un mito della val d’Ultimo

Premio Godio 2017, è Luis Haller il vincitore – Amarcord di Giancarlo Godio, un mito della val d’Ultimo
Highlights della quarta giornata di Merano WineFestival. 
Premio Godio 2017, è Luis Haller il vincitore. Realtà virtuale a “Virtual Reality Sanctissimus”.

Luis Haller chef

Merano 13 novembre 2017 – E’ lo chef stellato Luis Haller il vincitore del Premio Godio 2017, assegnatogli da Helmuth Köcher patron del Merano WineFestival che ospita il prestigioso riconoscimento dal 2004, istituito nel 1994 in memoria del grande chef Giancarlo Godio. La premiazione si è svolta nella Cooking Farm in piazza della Rena a Merano dove si è svolto Wild Cooking, il primo appuntamento italiano dedicato ai cibi fermentati, e show cooking con preparazioni dei piatti di chef stellati e di contadine altoatesine.

BV Ristorante Genziana di Giancarlo Godio

Originario della Val Passiria, 39 anni, Luis Haller scopre la sua passione per l’arte culinaria fin da giovane. Oggi lo chef stellato lavora al Schlosswirt Forst a Lagundo con entusiasmo e competenza proponendo una cucina basata sulla ricerca e innovazione, ma sempre nel rispetto della tradizione.

Val d’Ultimo

La giornata di oggi ha visto protagonista anche “Virtual Reality Sanctissimus” nell’ambito del progetto di ricerca Virtual Reality Innovation con il coinvolgimento della Cantina San Paolo di Appiano, Alto Adige.

Giancarlo Godio

L’iniziativa conferma la vocazione del Merano WineFestival a distinguersi per l’approccio orientato all’innovazione; infatti è stato proprio Helmuth Köcher a guidare la simulazione della realtà virtuale, la presenza fisica in un ambiente attraverso immagini realistiche, suoni e altre sensazioni. Attraverso l’utilizzo di un apposito visore, si è potuto assistere a tutte le fasi di lavorazione del vino; dalla raccolta al bicchiere.

Newsfood.com e Giancarlo Godio

Giancarlo Godio

Vedi anche:

https://www.newsfood.com/13-ottobre-1994-val-dultimo-la-nebbia-e- campomolon-hanno-chiuso-unepoca-quella-di-giancarlo-…
“Blu. Giancarlo Godio. Una stella della Bonne Cuisine”: un libro tra le eccellenze dell’ Alto Adige. Un gruppo di amici ricordano il grande Chef con un’opera …
https://www.newsfood.com/lana-di-pecora-della-val-dultimo-uno-scialle-vale -piu-di-una-mantella-di-zibellino/
Capisco bene perchè Giancarlo Godio si era rifugiato in Val d’Ultimo. Forse un giorno mi deciderò a fare lo stesso sentiero, fino in cima, e anch’io lascerò le …
https://www.newsfood.com/due-sciagure-aeree-4-morti-in-trentino-una- vittima-nel-lazio/
13 ottobre 1994, Val d’Ultimo: la nebbia e Campomolon hanno chiuso un’epoca, quella di Giancarlo Godio ed il suo Ristorante la Genzianella · Attualità.
Redazione Newsfood.com
Leggi Anche
Scrivi un commento