Milano – Prenderà il via sabato 5 aprile con un omaggio a Michelangelo Antonioni e si concluderà il 12 aprile con la premiazione dei film in concorso la sesta edizione
del Busto Arsizio Film Festival (Baff), sponsorizzato dalla Regione Lombardia e dalla Provincia di Varese, e presentato oggi nel corso di una conferenza stampa alla quale hanno partecipato
l’assessore regionale alle Culture, Massimo Zanello, il direttore del festival, Vittorio Giacci, e il sindaco di Busto Arsizio, Gigi Farioli.

«Siamo di fronte a un appuntamento prestigioso che si è ormai accreditato sul territorio regionale grazie al consenso di critica e pubblico – ha dichiarato Zanello -. Consapevole
dell’importanza che riveste il ‘Baff’ nel panorama culturale lombardo, ho concretamente contribuito, anche lo scorso anno, alla sua realizzazione, apprezzando in particolare il pregnante valore
tematico dei contenuti e la copiosa qualità delle iniziative presentate».

Anche quest’anno viene riproposta la formula vincente che ha caratterizzato la prima edizione del 2003. Accanto alle sezioni tradizionali (Made in Italy, Made in Italy – Scuola, Omaggi), un
ricco ventaglio di iniziative completa l’offerta artistica della rassegna contribuendo a migliorare la diffusione della cultura
cinematografica in Lombardia.

«Questa rassegna è la dimostrazione concreta – ha aggiunto Zanello – che in Lombardia esiste una realtà in forte crescita, dotata di idee e progetti all’avanguardia. Una
realtà capace di rinnovarsi per coinvolgere sempre più operatori del settore, appassionati ed estimatori. Una sfida nuova e affascinante su cui la Regione, e in particolare
l’assessorato che guido, sta investendo significative risorse e altrettanto impegno. E per dare nuova linfa al cinema lombardo sono in via di approvazione nuove leggi finalizzate proprio allo
sviluppo di questo settore».