Prevenire il diabete con l’alimentazione si può

Prevenire il diabete con l’alimentazione  si può

Prevenire il diabete con l’alimentazione

Il prediabete può essere difficile da scoprire, perché non ci sono sintomi particolari ed evidenti. Come fare per evitare complicazioni? Adottare una sana alimentazione.

Il prediabete spesso può essere difficile da scoprire. Chi soffre di prediabete deve prestare attenzione non solo all’iperglicemia, che può trasformarsi in diabete, ma corre un rischio maggiore del normale di soffrire anche di patologie cardiovascolari. Occorre dunque uno stile di vita che preservi anche l’apparato cardiaco.
Uno dei fattori di rischio è il sovrappeso. Il dimagrimento e l’esercizio fisico possono ridurre l’iperglicemia e quindi ritardare o prevenire l’insorgenza del diabete.

Segui una dieta sana
Mangia cibi sani ed equilibrati. In occasioni conviviali o di festa è spesso difficile determinare gli ingredienti, quindi non abusare di salumi, insaccati e piatti molto elaborati e grassi. Limita i dolci e le bevande alcoliche.

In particolare, sono consigliati:

Farina d’avena:
il beta-glucano che si trova nell’avena raddoppia i benefici per la salute. Per cominciare, mangiare la farina d’avena aiuta a mantenere basso il livello di colesterolo cattivo LDL, riducendo il rischio di malattie cardiache. Inoltre, rallenta l’assorbimento di glucosio proveniente dal cibo, mantenendo sotto controllo i livelli di zucchero nel sangue. La farina d’avena aiuta a ridurre l’appetito e può aiutare a perdere il peso in eccesso. Assicuratevi di mangiare farina d’avena non zuccherata e, per avere maggior sapore, cospargetela con un pizzico di cannella.

Fagioli:
sono praticamente senza grassi, si digeriscono lentamente e forniscono una combinazione vincente di carboidrati, proteine magre e fibra solubile di alta qualità. Aiutano a prevenire i picchi dello zucchero nel sangue e a mantenere sotto controllo la fame. Se sono in scatola, devono essere sempre risciacquati sotto l’acqua corrente per ridurre la quantità di sodio.

Salmone:
importante fonte di proteine, che non provocano picchi di zuccheri nel sangue. In più, questo pesce è ricco di acidi grassi omega-3 utili per la salute del cuore, prevenendo attacchi cardiaci e ictus.

Mandorle:
forniscono un mix di proteine, grassi utili per il cuore, fibre e magnesio. Alcuni studi hanno dimostrato che il magnesio contenuto nelle mandorle, importante per il metabolismo dei carboidrati, può essere determinante per ridurre il rischio di diabete del 33%.

Orzo:
un cereale integrale ricco di beta-glucano, fibre e magnesio che abbassano il colesterolo. È anche il cereale più ricco di cromo, un oligoelemento che aiuta a controllare il livello del glucosio nel sangue.

Controlla le porzioni di cibo
Spesso però si finisce per consumare porzioni molto più grandi rispetto a quelle che richiede il corpo. Quindi, attenzione alle quantità.

Sì alle fibre
Aumentare il consumo di fibre aiuta a ridurre lo zucchero nel sangue. Il consiglio è di consumare 5 porzioni al giorno di frutta e verdura, meglio se cruda. Ottima idea tenere in casa verdura già lavata, tagliata e sempre disponibile sullo scaffale principale del frigorifero da utilizzare come spuntino. 
Un’altra possibile strategia per aumentare la fibra nella dieta è quella di inserire i cereali integrali ai pasti.

Idratati correttamente
L’acqua svolge numerose azioni benefiche sul nostro organismo. Bevi almeno 8 bicchieri di acqua suddivisi nella giornata. La sete spesso non viene percepita o non ci si fa caso, mentre può essere una spia del prediabete.
Con un’assunzione regolare di acqua aumenta anche il senso di sazietà. Evita, però, tutte le bevande zuccherate, compresi succhi di frutta e bevande energetiche.

Controlla il peso e vivi una vita attiva
Pesati regolarmente ogni giorno, in modo da mantenere la linea sotto controllo, prima di colazione e senza vestiti.
L’esercizio fisico, poi, svolge un ruolo importante nel miglioramento della glicemia attraverso la modulazione della sensibilità dell’organismo all’insulina e l’aumento dell’utilizzazione periferica del glucosio. Inoltre, consente di conservare o migliorare le prestazioni cardiovascolari.

Bioimis ti aiuta a cambiare vita per ritrovare la salute. Segui i nostri consigli per dimagrire mangiando a sazietà. E non dimenticare l’importanza di una sana attività fisica.

Diabete, glicemia, zuccheri, dieta sana, sovrappeso

 

              Vedi altri articoli: Buon Cibo = Buona Salute – clicca qui

Buon cibo = Buona salute — Rubrica a cura di Bioimis

 

 

Articolo a cura di Bioimis

in esclusiva per Newsfood.com
Riproduzione riservata

==========================================

BioimisQuesta rubrica –Buon cibo = Buona salute–  di proprietà di Newsfood.com è curata in esclusiva da esperti nutrizionisti BIOIMIS, e ha l’intento di dare le nozioni necessarie per far conoscere le qualità intrinseche dei cibi e i loro effetti. Propone anche ricette salutari e consigli, affinchè ognuno di noi, in modo consapevole, possa decidere della sua vita e di quella dei suoi cari.
Dipendentemente dai tempi e dallo spazio, la redazione di Newsfood.com, in collaborazione con gli esperti nutrizionisti, cercherà di dare risposte ai quesiti di chi vorrà approfondire gli argomenti trattati.
Per contatti e info Clicca qui

*Bioimis = origini della Vita
Redazione Newsfood.com

 

 

 

Leggi Anche
Scrivi un commento