Milano – Si sono incontrate oggi a Milano le delegazioni agricole (Coldiretti, Confagricoltura, CIA) e industriali (Assolatte) per discutere il prezzo del latte alla stalla
della regione Lombardia per il 2008/2009.

L’incontro è servito ad aprire il confronto tra le parti, con un’ampia discussione sulla situazione del mercato nazionale e internazionale.
La parte agricola ha espresso grande preoccupazione per l’incremento dei propri costi di produzione, che continuano a subire forti tensioni sui mercati mondiali.

«Come Assolatte – precisa il presidente Giuseppe Ambrosi – abbiamo evidenziato che gli aumenti dei costi sopportati durante la campagna in corso si scontrano con quotazioni dei prodotti e
consumi in forte calo.»
«Le nostre difficoltà sono ben documentabili e ormai sotto gli occhi di tutti. Le nostre imprese hanno vissuto in sofferenza tutto il 2007 per incrementi di costo davvero
eccezionali: dalla materia prima, cresciuta di oltre il 30%, all’energia, ai trasporti, al costo del lavoro. E tutti gli indicatori – ha concluso Ambrosi – non lasciano alcun spiraglio
d’ottimismo per il prossimo futuro.»

Le parti hanno deciso di comune accordo di mantenere aperto il tavolo di trattativa e il dialogo interprofessionale. Il prossimo incontro è previsto per il giorno 11 marzo.