Calenzano, 11 Giugno 2007 – E’ Luca Martini di Arezzo il miglior sommelier della Toscana 2007; a premiarlo il Presidente della sezione territoriale Toscana dell’AIS, Associazione
Italiana Sommelier, Osvaldo Baroncelli, domenica 10 giugno durante l’ottava edizione di “Di Vini Profumi”, organizzata da Provincia di Prato, Camera di Commercio e Strada Medicea dei Vini di
Carmignano, che vede la collaborazione del Consorzio di tutela dei vini di Carmignano e dell’APT coinvolgendo i produttori del Carmignano docg e il Pinot Nero Villa di Bagnolo del Marchese
Pancrazi. Al secondo posto pari merito si sono classificati Gabriele Del Carlo che lavora presso il Ristorante Puccini di Lucca e Andrea Balleri che svolge la sua professione presso Grotta
Giusti Natural Spa Resort a Monsummano Terme. “Mi felicito con tutti i partecipanti al concorso – ha dichiarato Osvaldo Baroncelli – per il livello complessivo della loro preparazione, sono
stati professionalmente bravi essendosi preparati per oltre un anno per questo importante appuntamento”.

I 6 sommelier professionisti hanno prima eseguito una prova scritta presso la sede della Provincia di Prato a Palazzo Novellucci, i tre sommelier risultanti ai primi tre posti si sono poi
trasferiti nel pomeriggio presso il Chiostro di San Francesco per la prova pratica alla presenza della Giuria composta dal Responsabile Concorsi A.I.S. Nazionale Lorenzo Giuliani, il Presidente
della AIS Toscana Osvaldo Baroncelli, il componente di Giunta Roberto Bellini, il Responsabile Commissione Didattica Regionale Massimo Castellani, il Responsabile Concorsi Regionale Leonardo
Taddei, il sommelier professionista Cristiano Cini, il sommelier professionista Maurizio Zanolla, il campione toscano 2006 Andrea Gori, il Direttore della rivista “Sommelier Toscana” Marzia
Morganti Tempestini ed il Delegato di zona che ha coordinato il Concorso Bruno Caverni.

Il vincitore, Luca Martini, sommelier dell’Osteria da Giovanna di Arezzo, è tornato un anno e mezzo fa dall’Inghilterra dove ha lavorato in importanti ristoranti per ampliare la sua
crescita professionale.

Un appuntamento, quello del Concorso, importante per l’AIS Toscana che opera da anni con i suoi corsi didattici alla formazione professionale dei sommelier. “In questi mesi – dichiara Osvaldo
Baroncelli Presidente AIS Toscana – ho delineato una linea operativa basata sulla professionalità, visibilità e comunicazione della figura del sommelier. La figura del sommelier
in questi anni è cambiata ed ha assunto l’importante ruolo di comunicatore per eccellenza dei prodotti vitivinicoli del territorio. Il sommelier oggi si pone in modo nuovo tra il
produttore ed il consumatore; egli deve saper comunicare al meglio la cultura e la filosofia che è alla base del territorio e delle sue tradizioni vitivinicole. Su questa strada intendo
sviluppare anche per il futuro le linee della comunicazione dell’AIS Toscana, certo di offrire un importante contributo alla conoscenza del vino, del territorio grazie alla nuova figura che il
sommelier andrà a ricoprire tramite gli strumenti della professionalità e della comunicazione”.

Ufficio Stampa