Proseguono le trattative per il contratto dell'industria alimentare

Appuntamento il 20 aprile a Roma, dopo il primo incontro del 2 aprile scorso, tra Federalimentare e i sindacati Fai, Flai e Uila per il rinnovo del contratto nazionale dei lavoratori
dell’industria e della cooperazione alimentare, che scadrà il prossimo 31 maggio.

Nella piattaforma sindacale che è stata varata a febbraio, ci sono la richiesta di un aumento salariale medio del 10%, pari a 125 euro lordi (a fronte di stipendi medi di 1.662 euro
lordi) su 14 mensilità, e un aumento di 26 euro per i lavoratori delle aziende che decidono di non fare l’integrativo. I sindacati chiedono anche miglioramenti per la formazione,
la sicurezza (con regole più stringenti per le aziende appaltatrici) e il rispetto delle pari opportunità.

Il rinnovo riguarda 420 mila addetti (256 mila dipendenti) in 6.500 aziende; solo 370 aziende hanno più di 100 addetti. Il fatturato del settore è stato stimato nel 2006 a 110
miliardi di euro, circa il 12 per cento del Pil nazionale.

www.intoscana.it

Related Posts
Leave a reply