Protezione Civile: CRI e Radioamatori in colonna mobile

Pescara, 21 Dicembre 2007 – La Croce rossa Abruzzo e il Comitato regionale radioamatori entreranno nella colonna mobile della Protezione civile, stamattina, all’Aquila, nel corso della
conferenza stampa di presentazione, l’assessore al ramo, Tommaso Ginoble, e i presidenti abruzzesi della Cri, Maria Teresa Letta, e dei Radioamatori, Romano Di Bernardo, hanno sottoscritto le
convenzioni attuative di due recenti leggi regionali che regolano la partecipazione di entrambi i comitati nelle attività di protezioni civile.

Le convenzioni prevedono che la Regione fornisca mezzi e risorse finanziarie a sostegno dei comitati; questi ultimi forniranno, invece, la rete telefonica alternativa, tende ospedale, campi di
esercitazione, personale medico ed infermieristico. Per l’assessore Ginoble «questo risultato, che pone l’Abruzzo in posizione di avanguardia, è un ulteriore tassello verso una
definitiva strutturazione della protezione civile abruzzese, più volte citata ad esempio, dallo stesso Dipartimento nazionale, per le attività svolte negli ultimi drammatici
episodi di calamità naturali». Letta e Di Bernardo hanno dato atto alla Regione di aver mostrato «una indubbia sensibilità all’argomento, tanto che solo dopo sette
anni si sottoscrivono le tanto attese convenzioni». letta ha anche rivelato che i comitati Cri tedeschi e francesi sono interessati a ripetere l’esperienza abruzzese.

Leggi Anche
Scrivi un commento