Provvedimento 21 marzo 2007

Gazzetta Ufficiale n. 82 del 7 Aprile 2007.

post 1176336000 border 1505952000

Sulla Gazzetta Ufficiale n. 82 del 7 aprile 2007 è stato pubblicato il provvedimento 21 marzo 2007 del Garante per la Protezione dei dati personali, recante disposizioni in merito alla
tutela della privacy per gli invalidi civili.
Il provvedimento, in particolare, stabilisce che gli uffici competenti alla ricezione delle istanze per la richiesta dell’invalidità civile debbano fare tutto quanto in loro potere per
garantire un livello elevato di tutela dei diritti degli interessati, in particolare della loro riservatezza e dignità. Il provvedimento, inoltre, stabilisce che le strutture sanitarie
debbano impartire un’adeguata formazione al personale incaricato riguardante gli obblighi previsti dalla disciplina in materia di protezione dei dati personali e dalle specifiche disposizioni
di legge o di regolamento nei confronti di soggetti particolari, quali quelli affetti da HIV.
In risposta alle richieste presentate dagli invalidi civili al garante, questi ha stabilito che nelle certificazioni utili per l’iscrizione alle liste del collocamento obbligatorio o per la
richiesta di esenzione dalle tasse scolastiche ed universitarie non risulta indispensabile indicare i dati personali relativi alla diagnosi accertata con visita medica e, in particolare,
l’eventuale stato di sieropositività o infezione da HIV.

Garante della Privacy, Provvedimento 21 marzo 2007
Scarica il documento completo in formato .Pdf

Nessun commento

    Nessun commento!

    Non ci sono ancora commenti, ma puoi essere il primo a commentare questo articolo.

    Rispondi

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *

    Provvedimento 21 Marzo 2007

    Gazzetta Ufficiale n. 77 del 2 Aprile 2007.

    Disciplinare di produzione della denominazione d'origine protetta «Prosciutto di San Daniele»

    post 1175472000 border 1505952000

    MINISTERO DELLE POLITICHE AGRICOLE ALIMENTARI E FORESTALI

    IL DIRETTORE GENERALE
    per la qualità dei prodotti agroalimentari
    Considerato che con Regolamento (CE) n. 1107/1996 della Commissione del 12 giugno 1996, la denominazione «Prosciutto di San Daniele» riferita alla categoria delle
    preparazioni carni e’ stata iscritta quale Denominazione di Origine Protetta nel registro delle denominazioni di origine protette (D.O.P.) e delle indicazioni geografiche protette (I.G.P.)
    previsto dall’art. 6, paragrafo 3, del Regolamento (CE) n. 2081/92 (attualmente Reg. 510/06);
    Considerato che nel disciplinare di produzione si e’ provveduto all’eliminazione di tutti i riferimenti alle normative ed alle procedure preesistenti all’emanazione del Reg. CEE 2081/92 e che
    risultavano illegittime rispetto all’attuale regolamentazione comunitaria in quanto attribuivano l’attività di controllo sulla denominazione agli stessi produttori riuniti in
    Consorzio;
    Considerato che i Servizi dell’Unione europea hanno concordato sul fatto che la richiesta di modifica e’ da considerarsi esclusivamente come un adeguamento legislativo del disciplinare di
    produzione alla normativa comunitaria e nazionale vigente;
    Ritenuto che sussista l’esigenza di pubblicare nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana il disciplinare di produzione e i tre regolamenti citati nel disciplinare di produzione e che
    costituiscono parte integrante dello stesso, affinché le disposizioni contenute nei predetti documenti siano accessibili per informazione erga omnes sul territorio italiano;

    Provvede
    alla pubblicazione degli allegati disciplinare di produzione e dei regolamenti della Denominazione di Origine Protetta «Prosciutto di San
    Daniele».
    Roma, 21 marzo 2007

    Il direttore generale: La Torre

    Nessun commento

      Nessun commento!

      Non ci sono ancora commenti, ma puoi essere il primo a commentare questo articolo.

      Rispondi

      Leave a Reply

      Your email address will not be published. Required fields are marked *