Prugne, 80 grammi al giorno per la salute dell’intestino

Prugne, 80 grammi al giorno per la salute dell’intestino

Mangiare prugne fa bene alla salute, aiutando l’intestino a funzionare meglio.

E’ il messaggio avanzato da una ricerca del King’s College di Londra, diretta dal professor Kevin Whelan e pubblicata su “Clinical Nutrition”.

Gli scienziati sono stati ispirati da due fattori.

Il primo, le raccomandazioni della Commissione Europee che, basandosi su ricerche precedenti, suggerisce il consumo di 100 grammi di prugne secche al giorno aiuta la salute dell’apparato digerente.

Inoltre, analisi su adulti con una dieta povera di fibre mostrano come questi siano più vulnerabili a problemi come stipsi, costipazione e cancro colon rettale.

Whelan e compagni hanno così lavorato con 120 adulti, tutti con una dieta povera di fibre e con problemi per questo.

I volontari sono stati divisi in tre gruppi per quattro settimane, mentre mantenevano regolarmente le proprie abitudini alimentari e livelli normali di attività. Il gruppo di controllo assumeva in aggiunta solo 300 ml di acqua; il secondo gruppo 80g di prugne secche e 300 ml di acqua; il terzo gruppo 120g di prugne secche e 300 ml di acqua. La loro salute è stata monitorata durante l’esperimento con test e controlli medici. Questi hanno provato come l’aggiunta giornaliera di soli 80g di prugne secche nella dieta permettesse di incrementare sensibilmente l’assunzione di fibra del 29% e, di conseguenza, migliorare la funzionalità intestinale. Inoltre, le analisi hanno sottolineato come il consumo di prugne aumentava il livello di batteri intestinali salutari chiamati Bifidobacteria.

Soddisfatto il dottor Whelan secondo cui, oltre ai benefici per la salute, la ricerca dimostra come oltretutto le prugne non siano causa di aumento di peso, come spesso ritenuto.

Matteo Clerici

ATTENZIONE: l’articolo qui riportato è frutto di ricerca ed elaborazione di notizie pubblicate sul web e/o pervenute. L’autore,  la redazione e la proprietà, non necessariamente avallano il pensiero e la validità di quanto pubblicato. Declinando ogni responsabilità su quanto riportato, invitano il lettore a una verifica, presso le fonti accreditate e/o aventi titolo.

Related Posts
Leave a reply