Nel decreto sulle quote latte ci sono luci e ombre che auspichiamo possano essere chiarite in sede di conversione parlamentare. E’ quanto ha affermato il Presidente della
Coldiretti Sergio Marini nel commentare i contenuti del Decreto sulle misure urgenti in materia di produzione lattiera approvato dal Consiglio del Ministri su proposta del Ministro
delle Politiche Agricole Luca Zaia.

Il Decreto – ha precisa Marini – risolve sicuramente molte questioni come il consolidamento della quota B tagliata, l’attribuzione di quota agli affittuari e l’istituzione
di un fondo da destinare ai produttori che hanno acquistato quote nel corso degli anni, ma rimangono forti perplessità sui criteri individuati per la regolarizzazione delle multe
pregresse.