Ragusa: Ripopolamento della trota sicula autoctona

Ragusa: Ripopolamento della trota sicula autoctona

Ragusa – Per il pericolo di estinzione della trota sicula autoctona si è proceduto ad immettere nelle acque
dell’invaso artificiale della Diga di S. Rosalia, di un quantitativo pari a 1500 kg di trote iridee, della pezzatura di 200-300 grammi a capo. Nonostante le avverse condizioni atmosferiche
il  ripopolamento è stato effettuato con l’ausilio del mezzo nautico in dotazione allo stesso settore Ecologia, che ha permesso di distribuire le trote in modo uniforme e in
molti  punti dell’invaso artificiale.

“Vorrei ricordare  – ha detto l’assessore al Territorio e Ambiente Salvo Mallia –  che al fine di poter programmare e gestire i popolamenti ittici, regolamentare la pesca sportiva e
per la riqualificazione degli ambienti naturali, questa amministrazione si è dotata della Carta Ittica Provinciale. Pertanto invito tutti i pescatori sportivi, che svolgono 
l’attività di pesca anche nei mesi invernali, ad attenersi a quanto previsto dal regolamento e a dotarsi dell’apposito tesserino su cui dovranno tempestivamente annotare le trote
catturate”.

Il tesserino viene rilasciato gratuitamente ai pescatori possessori di valida licenza di pesca rilasciata dall’Ufficio Caccia e Pesca della Provincia Regionale di Ragusa, sto in via G. di
Vittorio, 175, e aperto al pubblico dal lunedì al venerdì, dalle ore 9.00 alle ore 13.00.

 

provincia.ragusa.it

Leggi Anche
Scrivi un commento