Sulla gazzetta Ufficiale n. 2590 dell’8 febbraio 2008 è stato pubblicato il provvedimento Isvap n. 2590 dell’8 febbraio che ha modificato il regolamento relativo agli obblighi
informativi a carico delle imprese di assicurazione in occasione della scadenza annuale dei contratti r.c. auto di cui e la disciplina relativa all’attestazione sullo stato del rischio.
Il provvedimento, in particolare, prevede che, in caso di variazione della classe di merito a seguito di più sinistri, le assicurazioni non possano procedere alla modifica prima di aver
accertato l’effettiva responsabilità dell’assicurato individuata nel responsabile principale del sinistro, secondo la liquidazione effettuata in relazione al danno.
Se, invece, non è possibile accertare la responsabilità principale del sinistro o in caso di liquidazione parziale, la responsabilità deve essere ripartita pro quota in
base al numero dei conducenti coinvolti nel sinistro.
Nel caso in cui non esista una responsabilità principale e sussista una situazione di concorso di colpa paritario, il provvedimento stabilisce che il malus non possa essere applicato a
nessuno dei conducenti, ma sull’attestato di rischio dovrà essere annotato il grado di responsabilità e se ne dovrà tenere conto in caso di sinistri successivi.
In caso di vendita, consegna in conto vendita, furto, demolizione, cessazione dalla circolazione o esportazione all’estero di un veicolo, inoltre, il conducente ha diritto alla conservazione
della classe di merito “nel caso di acquisto di un veicolo in nuova proprietà”.

Provvedimento n. 2590 dell’8 febbraio 2008 dell’Isvap