“Questo accordo valorizza l’impegno della Regione nel potenziare e rendere più efficace l’intervento del Servizio sanitario nella prevenzione del rischio nei luoghi di lavoro”. Con
queste parole l’assessore della Regione Piemonte alla Tutela della salute e sanità, Eleonora Artesio, ha commentato l’accordo siglato dalla Regione e dai i rappresentanti di Cgil, Cisl e
Uil in materia di sicurezza sul lavoro.
L’accordo, in particolare, prevede che nel prossimo triennio la Regione incrementi in modo graduale, ma costante le risorse per la tutela dei lavoratori sul luogo di lavoro e che vengano
assunti 100 nuovi ispettori, con particolare riguardo a professionalità come tecnici della prevenzione e ingegneri chimici.
Verrà, inoltre, potenziato, soprattutto nei cantieri edilizi e nelle imprese con meno di 10 dipendenti, il programma di controllo e di sorveglianza e sarà dato ampio risalto
all’attività di formazione ed informazione nelle scuole, in modo da creare una vera e propria cultura della sicurezza.
I segretari CGIL CISL e UIL hanno anche evidenziato l’importanza di inserire l’accordo raggiunto nei giorni scorsi all’interno del patto di sviluppo che sarà sottoscritto fra Regione e
le parti sociali.