Regolarizzazione contratti di secondo livello entro il 16 aprile 2008

Benefici contributivi.

post 1203897600 border 1505952000

D: La riforma del welfare ha previsto la regolarizzazione per i contratti di secondo livello uno sconto sui contributi. A quanto ammonta lo sconto? Che fare per evitare sanzioni e
interessi?

R: Con Messaggio del 28 gennaio 2008, n. 2085 l’INPS ha chiarito che sulle erogazioni stabilite dai contratti di secondo livello, o collettivi aziendali e territoriali – legate agli incrementi
di produttività, qualità e altri elementi di competitività – l’azienda può scontare uno sgravio pari al 25% (cioè un quarto) delle somme dovute all’INPS e il
lavoratore uno sgravio del 100% (esenzione totale del contributo INPS a proprio carico).

La legge sul welfare n. 247 del 2007 prevede che l’azienda, in attesa dell’emanazione di un apposito decreto ministeriale, devono per il momento pagare su questi compensi i contributi nella
misura intera. E per farlo, evitando sanzioni e interessi, hanno tempo fino al prossimo 16 aprile 2008.
Il nuovo sgravio contributivo triennale è concesso nei limiti delle risorse assegnate dalla legge (650 milioni di euro per ogni anno compreso nel triennio 2008-2010). L’importo annuo
complessivo delle erogazioni ammesse allo sgravio non può superare il 5% della retribuzione contrattuale dei lavoratori.

Nessun commento

    Nessun commento!

    Non ci sono ancora commenti, ma puoi essere il primo a commentare questo articolo.

    Rispondi

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *

    Regolarizzazione contratti di secondo livello entro il 16 aprile 2008

    Benefici contributivi.

    post 1203638400 border 1505952000

    D: La riforma del welfare ha previsto la regolarizzazione per i contratti di secondo livello uno sconto sui contributi. A quanto ammonta lo sconto? Che fare per evitare sanzioni e
    interessi?

    R: Con Messaggio del 28 gennaio 2008, n. 2085 l’INPS ha chiarito che sulle erogazioni stabilite dai contratti di secondo livello, o collettivi aziendali e territoriali – legate agli incrementi
    di produttività, qualità e altri elementi di competitività – l’azienda può scontare uno sgravio pari al 25% (cioè un quarto) delle somme dovute all’INPS e il
    lavoratore uno sgravio del 100% (esenzione totale del contributo INPS a proprio carico).

    La legge sul welfare n. 247 del 2007 prevede che l’azienda, in attesa dell’emanazione di un apposito decreto ministeriale – devono per il momento pagare su questi compensi i contributi nella
    misura intera. E per farlo, evitando sanzioni e interessi, hanno tempo fino al prossimo 16 aprile 2008.
    Il nuovo sgravio contributivo triennale è concesso nei limiti delle risorse assegnate dalla legge (650 milioni di euro per ogni anno compreso nel triennio 2008-2010). L’importo annuo
    complessivo delle erogazioni ammesse allo sgravio non può superare il 5% della retribuzione contrattuale dei lavoratori.

    Nessun commento

      Nessun commento!

      Non ci sono ancora commenti, ma puoi essere il primo a commentare questo articolo.

      Rispondi

      Leave a Reply

      Your email address will not be published. Required fields are marked *