Torino – La Giunta Regionale ha confermato il proprio parere favorevole al riconoscimento come DOP (Denominazione di Origine Protetta) per il Toumin dal Mel (o Tomino di
Melle), formaggio tradizionale caratteristico della Val Varaita (Provincia di Cuneo).

L’istanza di riconoscimento è stata avanzata da tempo e la Regione Piemonte aveva già espresso un primo parere favorevole in merito, che ora viene integrato e ribadito, in
ottemperanza a un recente Decreto Ministeriale del maggio 2007. Sarà il Ministero per le Politiche Agricole a doversi ora pronunciare e in seguito la Commissione Europea, in tempi che in
Regione ci si augura brevi, in modo da poter promuovere adeguatamente un prodotto tipico e tradizionale del territorio, e insieme ad esso, le caratteristiche e le potenzialità della sua
zona di produzione, con interessanti ricadute turistiche.

Sono a denominazione di origine protetta (Dop) i prodotti per i quali sia la materia prima, sia la trasformazione, l’elaborazione e la stagionatura si riferiscono a un territorio determinato,
che conferisce caratteristiche particolari e inimitabili al prodotto stesso.
Il Toumin dal Mel è un formaggio fresco, prodotto da latte vaccino in una zona costituita da una decina di comuni della bassa e media Val Varaita.
Il riconoscimento della D.O.P. Toumin dal Mel andrebbe ad arricchire il patrimonio regionale delle D.O.P., costituito sinora da 9 formaggi, di cui 6 a carattere regionale (Bra, Castelmagno,
Murazzano, Raschera, Robiola di Roccaverano, Toma Piemontese) e 3 a carattere interregionale (Gorgonzola, Grana Padano, Taleggio). Ai formaggi si aggiungono la D.O.P. Riso di Baraggia Biellese
e Vercellese, i Salamini alla Cacciatora e la Tinca gobba dorata del Pianalto di Poirino, riconosciuta nelle scorse settimane.