RRicotta Sabelli Sabelli, 90 quintali al giorno di ricotta fresca. Una filosofia di artigianalità che troviamo in tutti i prodotti e che continua ininterrotta dal 1921.

Quella della ricotta è un’antica tradizione alimentare italiana, legata inizialmente alla pastorizia. Molte regioni italiane hanno nella loro storia gastronomica le ricotte di pecora, mentre quella vaccina si è diffusa più tardi ma in modo capillare in tutta Italia, e oggi vanta un grande appeal verso il consumatore perché leggera, fresca, sana, adatta ai corretti regimi alimentari. Avere a disposizione una ricotta artigianale, prodotta da un grande e storico caseificio, è quindi un valore aggiunto per tutti coloro che amano questo prodotto cremoso, fresco, molto richiesto in primavera ed estate, e adatto alle tavole tutto l’anno.

Intervista di Newsfood.com ad Angelo Galeati, consigliere d’amministrazione e direttore commerciale Sabelli Spa.

E’ vero che la ricotta Sabelli è prodotta ancora a mano?
Sì, la peculiarità del caseificio Sabelli è che qui continuiamo ad estrarre la ricotta completamente a mano come si faceva un tempo. Il nostro metodo non è mai cambiato, è quello usato dai pastori e dai contadini mille anni fa. Rinunciare alle automazioni nella fase produttiva significa garantire ai consumatori un prodotto con una qualità superiore e un bouquet migliore.

Caseificio Sabelli spaL’artigianalità limita la vostra produzione?
Assolutamente no. Sono ben novanta i quintali estratti a mano ogni giorno da nove casari esperti, per mantenere bontà e genuinità di un prodotto unico. Noi abbiamo poca automazione nella fase di produzione e formiamo le persone perché diventino bravi casari, che non seguono standard ma decidono giorno per giorno le variabili della produzione. Ai casari affidiamo la qualità delle nostre linee di produzione.

La produzione della ricotta Sabelli è antica?
Sì, perché la ricotta segue, all’interno della filiera, la produzione dei formaggi. Per noi esiste da sempre, è iniziata negli anni Venti, quando il padre di mio nonno iniziò a produrre le ricotte dal siero che rimaneva dalle mozzarelle ancora ricco di nutrienti.

Quante ricotte Sabelli troviamo in commercio?
Ci sono le ricotte omogeneizzate che hanno un procedimento di cremificazione, che sono quelle a libero servizio da 100 gr x 2, 250 e 350 gr. fino ad arrivare a un kg e mezzo. Poi c’è la ricotta di affioramento che è una ricotta grezza.

C’è una ricotta particolare di cui ci vuole parlarRicottaSabelli_carezza di lattee?
La “Carezza di latte” Sabelli, una ricotta che facciamo da una decina d’anni, molto particolare, che si trova nei banchi gastronomia in scolapasta ed è prodotta con il latte intero. E’ una ricotta diversa dalle altre, con un gusto rotondo e pieno, ottima sui ripieni e con la pasta secca. Nasce nell’antica tradizione dei contadini romagnoli, che inserivano l’acqua sulfurea delle loro terme nel latte, questo si rapprendeva e dava come risultato un insieme di fiocchi.

Dove si acquista la ricotta?
In tutta Italia e, grazie alla Sabelli Distribuzione Srl, le nostre ricotte artigianali arrivano fresche ovunque.

 

 

 

L’Azienda
Sabelli Spa è un’azienda di produzione casearia con un fatturato 2012 di 65 milioni di euro e 150 dipendenti nello stabilimento produttivo di Ascoli Piceno. Il gruppo aziendale comprende anche due realtà dedicate alla distribuzione: Sabelli Distribuzione e Sa.Ca.
Azienda di tradizione familiare, fondata da Archimede Sabelli negli anni ’50, oggi è guidata dalla seconda generazione e da Simone e Francesca Mariani con Angelo Galeati che rappresentano la terza generazione.
Sabelli Spa rappresenta una delle eccellenze nazionali nel campo dell’agroalimentare: si rifornisce acquistando il latte da circa 250 allevamenti marchigiani, 70 dei quali situati dentro i confini del parchi del Gran Sasso e dei Monti Sibillini.
Ha attivato una politica di qualità che, partendo dal disciplinare di rintracciabilità che permette di ricostruire ogni fase della lavorazione con un processo controllato lungo tutta la filiera produttiva, arriva alle certificazioni di qualità ISO 9001 e ambiente ISO 14001.
Una scelta di qualità e di sostenibilità che garantisce al consumatore un prodotto assolutamente genuino e controllato in tutte le sue fasi, grazie a materie prime provenienti da pascoli naturali senza l’utilizzo di mangimi chimici. Il forte legame con il territorio di Sabelli Spa, è alimentato da scelte che, come nel caso della filiera corta, favoriscono lo sviluppo economico delle comunità locali, portando avanti i valori della responsabilità sociale e della crescita sostenibile.
I prodotti Sabelli sono reperibili su tutto il territorio nazionale grazie ad accordi con i grandi marchi della GDO e hanno garanzia di freschezza grazie alla capillarità distributiva del network logistico di Sabelli Distribuzione Srl.
Nelle foto: Angelo Galeati, lo stabilimento Sabelli di Ascoli Piceno, il procedimento manuale di affioramento della ricotta e la ricotta Carezza di latte.

Redazione Newsfood.com