Rieti, 23 Novembre 2007 – Novità in arrivo per gli aspiranti imprenditori reatini che potranno tra pochi giorni sperimentare i vantaggi della Comunicazione Unica per la nascita
della propria impresa che permetterà con un unico documento di fare fronte a quattro adempimenti attualmente richiesti a chi apre un’impresa.

Ad annunciarlo durante il seminario promosso oggi dalla Camera di Commercio di Rieti Pierluigi Sodini dell’Ufficio Legale di Unioncamere. “La comunicazione unica d’impresa introdotta dalle
disposizioni del Bersani bis semplificherà notevolmente l’avvio di nuove imprese, ha illustrato, permettendo di far fronte con un’unica comunicazione da effettuare presso il Registro
Imprese della Camera di Commercio anche in forma telematica ad adempimenti fiscali, previdenziali ed assistenziali che prima dovevano essere assolti recandosi oltre che all’ente camerale anche
alle sedi Inps, Inail e dell’Agenzia delle Entrate”. Sodini ha annunciato che le disposizioni “entreranno in vigore a breve in quanto siamo in attesa dei due decreti attuativi previsti tra fine
novembre e dicembre”. Una giornata di studio che ha visto anche l’importante contributo fornito dal professor Federico Tedeschini, professore ordinario di Diritto pubblico presso la
facoltà di Sociologia l’Università La Sapienza di Roma (assistito da Maria Cristina De Fenu, nipote del primo presidente della Camera di Commercio di Rieti Annibale Marinelli De
Marco) che ha illustrato le novità contenute nel nuovo Codice degli appalti “che ha avuto il merito di riunire in un unico corpo normativo i diversi istituti riguardanti lavori,
forniture e servizi e di introdurre, accanto ad aste pubbliche, licitazioni private e procedure negoziate anche altre due forme di scelta del contraente ossia il dialogo competitivo e le aste
elettroniche”.

Entrambi gli interventi, ha commentato il presidente della Camera di Commercio di Rieti, Vincenzo Regnini, “vedono l’ente camerale reatino in prima linea sia nella semplificazione degli atti
amministrativi, ed in questo senso sarà nostra cura rapportarci con Inps, Inail e Agenzia delle Entrate per garantire un reale snellimento burocratico, sia nella garanzia della
trasparenza dei rapporti all’interno del mondo delle imprese e tra questo e la pubblica amministrazione”.